»

Gen 08

Banche: rischio di meccanismo perverso

La scelta di affidarsi alle banche per uscire dalla crisi non convince. La scuola di pensiero tedesca, ormai di gran moda in Italia e in Europa, ha stabilito che la BCE, per far ripartire l’economia, avrebbe sostenuto le banche e non gli Stati. E’ per questo che gli Istituti di credito hanno ottenuto del denaro al tasso dell’1%.

Il problema è che ora potrebbero utilizzare questa disponibilità per acquistare solo titoli di Stato, ottenendo un facile guadagno e non correre il rischio di concedere prestiti a imprese e famiglie. Siamo davanti ad un meccanismo perverso, che pone le banche in una posizione privilegiata mentre a perdere sono tutti gli altri. Sono certa che il presidente Monti e il ministro Passera sappiano come scongiurare questo pericolo e chiedo che illustrino, quanto prima, la loro strategia anche al Parlamento.

Condividi

Rispondi