Mag 07

Amministrative: Pdl ripensi se stesso e sostegno a Governo Monti

«Il Pdl ripensi se stesso e il proprio appoggio al governo Monti. Se il Pd non è arretrato e il Terzo Polo non è cresciuto, i risultati di oggi vogliono dire una cosa sola: la maggior parte degli elettori del Pdl ha votato per Grillo oppure non è andata a votare. In entrambi i casi ci troviamo di fronte a una crisi di rappresentanza per il centrodestra italiano.

Non ho la presunzione di avere alcuna verità in tasca, ma mi permetto di osservare che la nostra partecipazione al governo Monti evidentemente è stata punita da quella gente che per vent’anni ha lottato, sofferto e gioito con noi. E non si può far finta di niente. Credo che il PdL abbia bisogno di un profondo rinnovamento, a ogni livello.

E ritengo che si dovrebbe limitare ad appoggiare dall’esterno l’attuale Esecutivo perché fino ad oggi ci siamo sempre proposti come il partito che difende l’equità, che rispetta il valore del lavoro e di chi fa impresa per migliorare se stesso e la propria comunità. Una politica economica basata quasi esclusivamente sulle entrate fiscali e poco attenta alle possibilità di sviluppo è antitetica a chi ha creduto nel Pdl.

Oggi dobbiamo dire al governo e agli italiani che continueremo ad assumerci le nostre responsabilità ma che non siamo disposti ad accettare i provvedimenti dell’Esecutivo senza valutare l’impatto che avranno sui cittadini e sulla Nazione. E’ il momento di reagire con lucidità e coraggio. Ora o mai più».

Condividi

4 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Ivano Severi on 7 maggio 2012 at 20:36
    • Rispondi

    Non è facile esprimere oggi la propria opinione, a qualcuno magari viene voglia di tassare pure quella. Non è facile per noi ITALIANI, ma…, casa, pensioni, sacrifici (non per tutti), prospettive per i giovani e per gli anziani uguali a zero, per non parlare degli imprenditori (quelli piccoli).
    Si è sicuramente il momento di reagire, con lucidità e coraggio, ma anche con fermezza ideologica. Ora o mai più.

    • Vito on 9 maggio 2012 at 09:07
    • Rispondi

    Perfetta analisi. Come sempre precisa e veritiera. Grande Giorgia. Purtroppo dobbiamo prendere atto che alle amministrative il PDL ha perso in tutta italia. In alcuni paese scendendo anche sotto l’8% delle preferenze e non portando neppure il proprio candidato sindaco al ballottaggio. Ha tenuto un pò soltanto in qualche città tra cui a Piacenza con il 22%. Bisogna prendere atto e provvedere al più presto ad un rinnovamento generale a tutti i livelli, sia nazionale sia locale del PDL. Farlo tornare quello per cui è nato. Occorre uscire dalla maggioranza del governo Monti con il solo appoggio esterno. E’ il momento di reagire, con lucidità e coraggio, ma anche con fermezza ideologica. Ora o mai più.

  1. On. Meloni, rispetto il suo pensiero, però non posso condividerlo, lei dice che i cittadini esterni alla politica devono pensare a se stessi anzi devono appoggiare l’attuale governo.
    Io invece le faccio notare che l’attuale governo sta risolvendo il problema della crisi economica però sta sotto valutando il resto:
    1) Ancora non sono arrivati ad un accordo per la realizzazione della riforma del lavoro.
    2) I cittadini con reddito basso hanno difficoltà ha pagare le tasse.
    3) Il sistema sanitario attualmente in vigore purtroppo non tutela al 100% i malati clonici e tutti coloro che sono portatori di handicap.
    Se facciamo una statistica possiamo dedurre:
    1) che il tasso di disoccupazione è elevato
    2) il numero delle famiglie che non arrivano a fine mese è elevato
    3) il numero delle imprese che sono costrette a chiudere la loro attività perchè si vedono aumentare le tasse è elevato.
    La situazione è piuttosto preoccupante per quando mi riguarda, quindi bisogna risolvere questo problema alla svelta perchè i cittadini stanno perdendo la fiducia nella politica, l’esempio lampante sono le elezioni amministrative dello scorso 6/7 maggio 2012 dove si è registrato un calo dell’affluenza inoltre il resto degli elettori che si sono recati alle urne hanno preferito votare il movimento cinque stelle di Beppe Grillo.
    Questo segnale deve far riflettere il 2013 è alle porte è i partiti politici non solo devono realizzare un programma attendibile ma devono fare anche le giuste alleanze.
    In fine lei parla di equità ed equilibrio sono delle belle frasi e le condivido però questa equità ed equilibrio deve dimostrarla il governo passando dalle parole ai fatti.
    P.s.
    On. Meloni, senza offesa per nessuno questo è solo il mio punto di vista.

    • Gabriele Zahami on 12 maggio 2012 at 07:56
    • Rispondi

    Ripensare Pdl e sostegno a Monti, …anche perchè, quando Monti avrà finito il suo lavoro, il PdL non venga mandato via insieme al primo citato …per fine lavoro.
    E’ buona cosa smarcarsi dalla posizione che vede come fine il pieno appoggio al corrente Governo; nell’insieme del PdL , trovare idee giovani e all’avanguardia per promuovere i soliti temi caldi: occupazione, rilancio economia e diminuzione delle tasse, io aggiungerei anche: infrastrutture e istruzione.
    Saluti

Rispondi