«

»

Lug 15

Pdl: Obiettivo è correggere errori e guardare avanti non riproporre cose già viste

Vorrei segnalare a quegli apologeti del ritorno al passato, che in queste ore propongono la ricostituzione di Forza Italia, che in tutta la sua storia quel partito ha ottenuto al massimo il 21% dei consensi degli italiani, a fronte del 38% raggiunto al suo debutto, nel 2008, dal Popolo della Libertà.

E’ facile per ognuno di noi, alla luce delle difficoltà che il Pdl sta incontrando, guardare con nostalgia alle esperienze pregresse dalle quali proveniamo. Ma quando abbiamo accettato la sfida del Popolo della Libertà lo abbiamo fatto perché il nostro obiettivo era quello di costruire un soggetto che potesse rappresentare le istanze di tutto il popolo di centrodestra.

Oggi, se è ancora questo il traguardo per il quale spendere le nostre energie, non dobbiamo guardare al passato e riproporre cose già viste, ma riflettere su quello che non ha funzionato, correggere gli errori commessi e guardare avanti. Differentemente sarebbe abbastanza facile per tutti tornare indietro, ma i dati dicono che non sarebbe la scelta vincente

Condividi

2 comments

  1. Vito Cipolla

    Ciao Bellissima. Sei stata bravissima. Hai pienamente colpito nel segno. Non serve ritornare al passato, ma bensì analizzare le cose che non hanno funzionato e rimediare agli errori andando avanti guardando al futuro, senza voltarsi al passato, ritornando ad esso. Avrai sempre il mio appoggio qualunque decisione prenderai e cosa deciderai di fare. Perchè sei l’unico esempio e l’unico politico che è degno di essere seguito. Perchè condividiamo le stesse idee, principi e valori che sono poi quelle tipiche del centro destra. Grazie di tutto per quello che fai per noi , contiamo su di te. E grazie perchè sei l’unica ad avere il coraggio di mettere la faccia su tutto quello che fai.
    Sei grande e fantastica. Un abbraccio, puoi contare sempre su di me.
    Cordialmente
    Vito Cipolla

  2. Gabriele Zahami

    In questi momenti decisivi e di passione non deve venire meno il senso d’Italia in ognuno di noi. L’Italia cambierà se noi tutti vogliamo cambiarla, persone sono morte nel cercare questo, a noi ci è solo chiesto di aprire gli occhi e seguire chi si fa portavoce di tutti quei cittadini che vogliono una Italia sana socialmente ed economicamente, un Paese innanzi tutto lucido e coeso verso ciò quello che vuole e che faccia bene a tutta la Nazione stessa, senza interesse personale ne di interesse di parte. Ogni giorno è un buon giorno per fare qualcosa per la colettività, sicuramente avremo in cambio bene, l’Italia non può essere un quadro di natura morta da osservare da lontano bensì è puzzle dove ognuno di noi è una tessera umana e facendo il nostro dovere legalmente formeremo una grandissima bella e viva Patria Italiana ! W L’ Italia W gli Italiani.

Rispondi