«

»

Nov 14

Elezioni: Il Governo presenti dimissioni per election day a febbraio

Non sappiamo quale presupposto “tecnico” abbia portato il Viminale a indire le elezioni regionali a febbraio, ovvero poco più di un mese prima dalle elezioni politiche.

È evidente che non si tratta di una scelta che punta a favorire il risparmio né la partecipazione al voto, visto che si spenderanno 100 milioni di euro in più e i cittadini voteranno due volte nel giro di poche decine di giorni con conseguenze, in percentuale di astensionismo, facilmente immaginabili.

Ci sembra piuttosto una presa di posizione politica, che asseconda i desideri di potere di alcuni leader di partito, penalizzando ancora una volta gli italiani. Se il Governo ritiene che sia utile risparmiare denaro pubblico anticipi il termine della legislatura e presenti le dimissioni per celebrare l’election day a febbraio. Nessun italiano si dispererà

Condividi

1 comment

  1. Vito

    Pienamente d’accordo con il tuo punto di vista. Condivido sulla dimissione del governo per far si che ci si voti in una tornata unica. Ma purtroppo, come più volte detto. Il governo attuale non darà mai le dimissioni, è legato alla poltrona che occupa, anzi mira a fare il bis. Il governo attuale ha chiesto la 46-esima fiducia, una vergogna, e mister le President Napolitano non dice nulla. si lamentava solo del governo Berlusconi che chiedeva troppe fiducie, e che erano comunque di granlunga infenriori a quelle chieste dall’attuale governo tecnico. Penso che sia arrivato il momento di dire basta a questo scempio di governo tecnico, e ridare la democrazia alla gente, con le preferenze per la scelta dei prorpi rappresentanti da inviare al parlamento. Leggevo oggi sul Giornale, Giorgia Meloni si candica alle primarie nazionali del pdl, sciolta la riserva. Vero o solita bufala giornalistica? Grazie e buona giornata. Grande Giorgia sempre con te avanti per questa strada che è quella corretta.
    Un abbraccio
    Vito

Rispondi