«

»

Set 06

Al via la 15^ edizione di Atreju: "La Terza Guerra. Grande finanza contro popoli"

Si rinnova il tradizionale appuntamento con “Atreju”, manifestazione che inaugura la stagione politica italiana e che si terrà a Roma dall’11 al 15 settembre, nella suggestiva cornice del Parco del Celio. Titolo e tema centrale della kermesse 2013, giunta alla sua 15^ edizione, è “La Terza Guerra”, il terzo conflitto globale che si sta combattendo sul terreno della finanza. Non più eserciti e divise militari, ma centri finanziari, divise monetarie e agenzie di rating si stanno contendendo il mondo. È una guerra aperta tra la sovranità, i popoli e le Nazioni e le grandi centrali dei poteri forti e della speculazione internazionale.

Riconoscere il futuro, trattenere il presente: questo è l’obiettivo di Atreju 2013, che vuole dare una diversa lettura del rapporto tra economia mondiale e sovranità nazionale, riflettendo sul vero significato della crisi. Il titolo evidenzia come negli ultimi anni sia cambiata la geopolitica in Europa e nel Mediterraneo e di come oggi siamo chiamati a una brusca rivisitazione delle nostre priorità, a un’inversione di marcia culturale, sociale e politica. Per descrivere e raccontare questo scenario è stata scelta la formula del ‘processo’: da una parte un rappresentante dell’accusa e dall’altra un rappresentante della difesa, con testimonianze autorevoli messe a confronto. Al centro i temi caldi del dibattito politico e culturale: Europa, famiglia, giustizia e finanza. Interverranno, tra gli altri, Marcello Veneziani, Giulio Tremonti, Ritanna Armeni, Gennaro Sangiuliano, Filippo Facci, Marco Travaglio, Oscar Giannino.

Spazio ad Atreju anche per la formula più tradizionale dei ‘dibattiti’ con alcuni dei nomi più importanti della politica, dell’economia, della cultura e dello sport: Flavio Zanonato, Giorgio Squinzi, Gaetano Quagliariello, Ignazio Marino e Giovanni Malagò.

Ma Atreju 2013 sarà l’occasione per avviare una riflessione sul futuro della politica italiana e del centrodestra. Due i momenti dedicati al confronto: il primo dal titolo “L’Italia che vorrei. Verso le primarie del centrodestra” vedrà la partecipazione di Giorgia Meloni, Flavio Tosi e Raffaele Fitto. Il secondo, “La cosa vera. Idee e progetti per un centrodestra a testa alta”, che sarà utile per tracciare la rotta di un movimento politico capace di innovare l’Italia, conservatore nei valori e rivoluzionario nelle proposte.

Ampio spazio poi alla cultura e ai libri, con i ‘caffè letterari’. Torna anche il “Premio Atreju”, che verrà consegnato alla famiglia Giangrande, al comandante delle Frecce Tricolori, Jan Slangen, e a Suor Carolina Iavazzo, collaboratrice di Don Pino Puglisi.

Due le mostre: “La terza guerra”, un grande Risiko per descrivere la minaccia della supremazia della finanza sulle Nazioni, e “Io sono europeo”, un “Instagram” della crisi europea e mondiale. Atreju è una manifestazione di parte e non di partito, interamente pensata e realizzata da giovani volontari, che hanno rinunciato alle loro vacanze per costruire materialmente il palcoscenico sul quale si muoverà il meglio della politica, dell’attualità e della cultura italiana.

In 15 edizioni l’evento si è affermato tra gli appuntamenti clou del panorama politico nazionale. Un successo confermato dai numeri: 450.000 visitatori, 1.200 volontari, 24 mostre, 50 spettacoli, 350 dibattiti con oltre 400 relatori, più di 8000 pagine di rassegna stampa e 2000 servizi filmati nelle più rilevanti televisioni nazionali ed europee.

Anche quest’anno Atreju 2013 verrà trasmesso in diretta streaming sul sito ufficiale www.atreju.tv e su Twitter. Gli aggiornamenti saranno disponibili anche sui profili ufficiali di Atreju: Facebook, Instagram, Pinterest, Youtube e Google Plus.

Il programma completo è disponibile sul sito www.atreju.tv.

Condividi

Rispondi