Nov 11

Fratelli d'Italia incontra le associazioni di categoria e i sindacati. Domenica la presentazione del manifesto "Rifare l'Italia"

In occasione della presentazione ufficiale del manifesto di ‘Officina per l’Italia’, in programma domenica 17 novembre al teatro Sistina di Roma alle ore 10.30, Fratelli d’Italia ha dedicato la giornata di oggi al confronto con associazioni, sindacati, professionisti, mondo produttivo, ceti intermedi. I rappresentanti di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, Guido Crosetto, Fabio Rampelli e Marco Marsilio hanno ricevuto numerose delegazioni, tra le quali: Abi, Alleanza Cooperative Italiane, Rete Imprese Italia, ConfApi, Confservizi, Confprofessioni, Organismo Unitario dell’Avvocatura Italiana, Forum del Terzo Settore, Ania, Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Fai, Legambiente, Fare Verde, Italia Nostra, Forum Nazionale dei Giovani, Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, Associazione Nazionale Dirigenti e Alte professionalità della scuola, Coni, Coordinamento nazionale delle discipline sportive associate, Coordinamento nazionale degli Enti di Promozione sportiva. Nel pomeriggio gli esponenti di Fratelli d’Italia hanno incontrato, inoltre, le delegazioni di Cgil, Cisl, Uil, Cisal, Ugl, Confasl, per parlare anche di legge di stabilità. Al colloquio ha preso parte, tra gli altri, il segretario Uil, Luigi Angeletti.  Mercoledì Fratelli d’Italia incontrerà una rappresentanza di Rete Impresa Italia.

«Abbiamo dato vita qualche mese con Fratelli d’Italia a ‘Officina per l’Italia’, un laboratorio politico e culturale finalizzato alla stesura di un manifesto per rifondare il centrodestra e per ‘rifare l’Italia’. Non abbiamo quella presunzione tipica della politica di avere tutte le risposte in tasca. Il confronto con la società è necessario e imprescindibile e per questo, nella settimana che ci separa dalla presentazione del documento, abbiamo voluto incontrare le associazioni e le categorie», ha spiegato il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Condividi

2 comments

    • Federico Puglia on 12 novembre 2013 at 11:19
    • Rispondi

    E’ la miglior condizione per avere un progetto successo, soprattutto se lo si intende come laboratorio “aperto” rispetto ai soggetti ai quali si rivolge l’iniziativa. Se mi si permette un piccolo suggerimento, tratto da una delle tante idee di quel genio di nome Adriano Olivetti, penso che sia altresì corretto permettere agli iscritti/simpatizzanti che materialmente non hanno potuto “vivere” il processo elaborativo del laboratorio, di esprimere non tanto e semplicemente un giudizio ma, magari, di proporre un’idea che potrebbe migliorare il progetto stesso. All’epoca, anni 50-60, non esistendo ancora mail e spazi su web il buon Adriano utilizzava una banale (ma fruttuosa, perchè permise di scoprire potenzialità impensabili all’interno dell’Azienda) cassetta per le lettere; oggi è più facile superare i confini del singolo “Reparto” e della singola “Comunità”, attraverso la stessa tecnologia inventata nei laboratori della citata Azienda e poi venduti alla G.E. dai successori sempre nel tempo peggiori. Sarebbe, a mio avviso, un’iniziativa che avvicina le Persone al Partito, gli fornisce il senso di partecipazione; ovviamente, non si deve trattare di un banale spazio per i commenti ma di un’Area dedicata alle Idee.

    • luciano on 13 novembre 2013 at 20:09
    • Rispondi

    Sei la nostra Merkel, continua cosi

Rispondi