Apr 22

Immigrazione: Alfano dimentica di essere ministro dell’Interno e leader del partito che tiene in piedi il governo

Leggendo le dichiarazioni di Angelino Alfano sorge il dubbio che abbia dimenticato di essere lui il ministro dell’Interno e il leader del partito che tiene in piedi l’attuale governo Renzi. Dice che le navi della nostra Marina Militare non possono diventare traghetti a disposizione degli immigrati del nord Africa, ma è proprio questo esecutivo ad aver messo in piedi la fallimentare operazione ‘mare nostrum’ che nelle ultime 48 ore ha visto sbarcare sulle coste siciliane 1149 migranti. L’Europa deve farsi carico delle spese di mantenimento dei richiedenti asilo e dei rifugiati, ma questo governo non ha fatto nulla per rivedere quelle norme dell’Unione europea che scaricano sull’Italia oneri e costi e costringono la nostra Nazione a spendere circa 900 euro al mese a immigrato. Il ministro Alfano afferma poi che i richiedenti asilo che non hanno i requisiti debbano essere rimandati indietro ma è sempre questa maggioranza ad aver svuotato il fondo per il rimpatrio dei clandestini destinando i fondi all’accoglienza. Il ministro precisa che la sicurezza è un tema centrale ma è proprio questo governo, con il sostegno di Forza Italia e M5S, ad aver abolito il reato di immigrazione clandestina lanciando al mondo intero il segnale che l’Italia è pronta ad accogliere e a mantenere chiunque. Ecco, ci auguriamo che le emergenze di questi giorni facciano rinsavire i partiti che si dichiarano di centrodestra e li spingano a togliere il loro sostegno alle politiche pro-immigrazione di questo governo di sinistra. Tutto il resto sono slogan buoni per la campagna elettorale.

Condividi

3 comments

    • Maurizio on 22 aprile 2014 at 14:49
    • Rispondi

    Purtroppo siamo in mano a gente che non sa nemmeno quello che dice e che fa e che non è consapevole della situazione critica di certe zone in Italia.
    L’immigrazione nel nostro Paese è una questione molto critica, perché siamo il porto dell’Europa, non voglio essere razzista, ma se una persona viene qui per lavorare è un conto, se viene solo perché in Italia “può fare come vuole” non ci sto. Le leggi che il governo B. ha fatto depenalizzano molto reati quali le truffe e l’indulto (voluto da tutte le forze politiche) ha dato la botta finale, gente che va in galera soltanto per reati veramente gravi, ma non ci scordiamo che i “reatucci” da 3-4 anni di galera sono comunque reati e contribuiscono al malessere generale della popolazione nonché all’aumento della xenofobia, in quanto il trasgressore (straniero intendo) viene rilasciato poco tempo dopo tornando per strada ed eventualmente far danno di nuovo.
    Gli extracomunitari, gli zingari e altri che affollano i nostri semafori vengono lasciati li, tranquillamente, intascando ogni giorno cifre (in nero ovviamente) superiori ad un operaio che si spacca la schiena 8-10 ore al giorno, senza pagare tasse, avendo diritto però a tutto, sanità, contributi per i disoccupati, magari hanno anche figli. Ho visto gente così che va in giro in macchine di lusso e vive nelle roulotte dei campi profughi, molte volte abusivi.
    Basterebbe lasciare un po’ di oneri anche all’Europa, che ci obbliga ad accogliere gli stranieri, ma che non elargisce i fondi necessari all’accoglimento, allo screening delle malattie che questi poveracci portano o anche al rimpatrio dei delinquenti.

    • G monte on 22 aprile 2014 at 16:34
    • Rispondi

    Grande Giorgia, speriamo che ti ascoltino. Alfano dovrebbe dimettersi e tu prendere il suo posto, forse le cose potrebbero cambiare.

    • laura on 22 aprile 2014 at 18:41
    • Rispondi

    Tutto giusto, ma non si risolve il problema dell’invasione chiedendo i fondi all’Europa. Sono sempre soldi nostri, mica vengono da Marte. Hanno avuto la spudoratezza di usare anche i soldi per le vittime dell’usura!!! ROBA DA MATTI!!Non possiamo usare la Marina Militare per farci invadere da “non sappiamo chi!”. La Sicilia avrebbe bisogno di turismo, mentre e’ diventata lo scarico dell’Africa. Scappano e occupano aree private, aumentano degrado e delinquenza, sono un azzardo per la salute pubblica e questo e’ inaccettabile. Siamo un paese allo sbando e gli onesti non hanno più’ diritti, devono solo pagare. Riprendiamoci in mano l’Italia e rimpatriamo tutti gli irregolari e quelli senza lavoro, dimora e mezzi di sostentamento con precedenti di polizia. E’ uno schifo ed uno scandalo. Cosa aspetta il governo a rinsavire, la guerra civile?? La misura e’ stracolma.

Rispondi