Set 15

Al via la 17^ edizione di Atreju: “L’Isola che c’è”

Torna anche quest’anno il tradizionale appuntamento con “Atreju”, la manifestazione che inaugura la stagione politica italiana e che si terrà a Roma dal 17 al 21 settembre 2014.  Per la prima volta dal 1997 la più grande kermesse giovanile nazionale si svolge nella suggestiva cornice dell’Isola Tiberina, culla della civiltà romana e occidentale e al centro del fiume Tevere che ha dato i natali alla Capitale.

Il programma è stato presentato oggi alla Camera dal presidente di FdI-An, Giorgia Meloni, dal presidente di Gioventù Nazionale, Marco Perissa, e dai componenti dell’esecutivo nazionale di FdI-An, Giovanni Donzelli, Francesco Lollobrigida, Carlo Fidanza e Federico Mollicone.

La manifestazione prende il nome da Atreju, il protagonista de “La Storia Infinita” di Michael Ende. Il personaggio è stato scelto per raccontare le gesta di un ragazzo impegnato nel confronto quotidiano con le forze del Nulla; un nemico subdolo che attacca le giovani generazioni, ne consuma le energie, le spoglia di valori ed ideali, sino ad appiattirne le esistenze.

Titolo e tema centrale della kermesse 2014, giunta alla sua 17^ edizione, è “L’Isola che c’è”: in un’epoca nuova della politica italiana, tra stravolgimenti continui che disegnano una mappa del tutto diversa da quella degli ultimi vent’anni, l’isola di Atreju vuole essere un approdo sicuro da cui ripartire per tracciare la rotta del futuro.

Atreju è il luogo del confronto per eccellenza della politica italiana: una piazza aperta nella quale i protagonisti della scena politica e culturale nazionale e internazionale hanno la possibilità di discutere e confrontarsi liberamente e senza filtri. Atreju è stata, infatti, la prima festa di parte ad aprire le sue porte ad avversari politici e personalità che mai si erano trovate a discutere insieme sullo stesso palco, come nel caso dello storico versus tra Fini e Bertinotti nel 2006.

Due le formule scelte per l’edizione 2014 della kermesse: “La piazza delle idee” e il “Versus. L’elogio del contrasto”. Al centro della prima formula di confronto, dove l’analisi è più pacata e profonda, i temi caldi del dibattito politico: la riforma del mercato del lavoro, la lotta alla corruzione, le riforme istituzionali, l’economia. Ospiti della piazza di Atreju saranno, tra gli altri, Graziano Delrio, Raffaele Cantone, Giuliano Poletti, Michele Santoro, Maurizio Sacconi, Corradino Mineo, Renato Brunetta, Alessandro Sallusti, Francesco Boccia, Maurizio Belpietro e Massimiliano Fedriga. Per affrontare le questioni più spinose è stata scelto il “versus”: dibattiti “due contro due” tra idee e personalità forti ma opposte tra loro. Tre gli scontri ad alta tensione in programma: Jean-Pier Delaume-Myard e Alfredo Mantovano contro Ivan Scalfarotto e Vittorio Feltri e sul tema delle coppie di fatto e dei diritti; la Presidente della Camera Laura Boldrini e Andrea Riccardi si confronteranno con Fabio Rampelli e Marcello Veneziani sui temi dell’immigrazione e dell’immigrazione e integrazione; Alberto Bagnai e Guido Crosetto, contro Tito Boeri e Alessandra Moretti sull’euro e le politiche economiche europee.

Ma Atreju sarà anche il momento per continuare la riflessione sul presente e sul futuro del centrodestra. L’appuntamento clou è il dibattito intitolato “Costruire l’alternativa per non morire renziani”, fissato per sabato 20 settembre alle 18, con la partecipazione di Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello. Sarà invece l’Assemblea nazionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale e la presentazione delle linee guida del movimento per la nuova stagione politica a chiudere domenica 20 la manifestazione.

Ampio spazio poi alla cultura, agli spettacoli, alle serate dedicate alle tradizioni popolari, ai libri con i ‘caffè letterari’ e allo sport, che quest’anno avrà un ruolo particolare: per sabato 20 settembre è in programma una maratona non competitiva di 2,5 km di solidarietà per il rientro in Italia dei marò Latorre e Girone. Partenza alle 14.00 da Piazza della Repubblica e arrivo all’Isola Tiberina.

Torna anche il “Premio Atreju”, che verrà consegnato a Daniele Meucci, medaglia d’oro nella maratona agli europei di Zurigo, a PIF per il film “La mafia uccide solo d’estate” alla presenza del presidente del Senato Piero Grasso, al generale Umberto Rapetto, per il suo lavoro nella lotta all’evasione fiscale delle società di slot machine, e a Lucia Annibali, sfigurata al volto con l’acido dall’ex compagno, per aver trasformato la sua condizione di vittima della violenza in un esempio di coraggio per le donne italiane.

Tre le mostre: “L’Isola che c’è. Trova il tesoro della tua identità”, un test interattivo per permettere ai visitatori del villaggio di scoprire la propria identità; “Pirati senza tempo. Gli irregolari nella storia”, una rassegna di 20 personalità e personaggi ribelli – veri o frutto dell’immaginazione creativa – che hanno sfidato i dogmi del loro tempo alla ricerca di qualcosa per cui valesse la pena di vivere e forse morire; “Genius. Tu vuo’ fa l’ammericano”, un blob ironico e goliardico sulle comiche apparizioni e iniziative del presidente del Consiglio Renzi: dall’inglese maccheronico al carretto con i gelati.

Atreju è una manifestazione dove non campeggiano simboli di partito ed è interamente pensata e realizzata da giovani volontari, che hanno rinunciato alle loro vacanze per costruire materialmente il palcoscenico che per cinque giorni rappresenterà il centro della politica, dell’attualità e della cultura italiana.

In 17 edizioni la manifestazione è talmente cresciuta da accreditarsi come la cerimonia pubblica di inaugurazione di ogni nuova stagione politica e istituzionale. Un successo confermato dai tanti Capi di stato e di governo, ministri, intellettuali, artisti e sportivi che hanno accettato di misurarsi con i giovani di Atreju e dai numeri della kermesse: 450.000 visitatori, 1.200 volontari, 24 mostre, 50 spettacoli, 350 dibattiti con oltre 400 relatori, più di 8000 pagine di rassegna stampa e 2000 servizi filmati nelle più rilevanti televisioni nazionali ed europee.

È possibile seguire tutti gli appuntamenti di Atreju in diretta streaming sul sito ufficiale www.atreju.tv e su Twitter attraverso il live tweeting dall’account ufficiale @atreju2014. Gli aggiornamenti saranno disponibili anche su tutti gli altri profili di Atreju sui social network: Facebook, Instagram, Pinterest, Youtube e Google Plus.

Condividi

Rispondi