Dic 18

Combattere la corruzione, non le Olimpiadi

«Se in Italia abbiamo un problema di corruzione allora combattiamo la corruzione, non le Olimpiadi. Parliamo di un evento mondiale unico, che ha un costo ma anche un ritorno straordinario, economico e non solo. Non possiamo privarci della possibilità di ospitarlo perché alcuni tentano di rubare su qualunque cosa. E lo dico anche alla luce dell’immagine che si sta dando di Roma in questi giorni: la Capitale viene descritta come la culla dei vizi della nazione e come una città di disonesti ma a fronte di qualcuno che ruba ci sono milioni di cittadini onesti che non vogliono rinunciare alla possibilità di ospitare i Giochi».

Lo ha detto a “L’Aria che tira” il presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, Giorgia Meloni.

Condividi

1 comment

  1. no non tirare in ballo i cittadini.qui è la classe politica che ruba.e qui generalizzo,perchè se tutti avessero fatto il loro dovere,maggioranza e opposizione,queste cose non sarebbero successe.Ti ricordo che il comune di roma ladrona ha 12 MILIARDI DI DEBITI.SE FACCIAMO LE OLIMPIADI CON QUESTA CLASSE POLITICA FALLIAMO.

Rispondi