Apr 09

Solo le dittature censurano chi non la pensa come loro. Facebook spieghi perché non sospende le pagine blasfeme

Non avrei usato le parole di Salvini sui campi rom ma condivido la posizione che porta avanti. La proposta di chiudere i campi rom è stata da tempo lanciata da Fratelli d’Italia e abbiamo sempre ribadito che in Italia le leggi devono valere per tutti, e dunque anche per i nomadi. Tuttavia mi chiedo come sia possibile che per aver espresso un’idea il leader del Carroccio sia stato “sospeso” da Facebook.

Censurare chiunque non sia allineato al pensiero unico dominante mette i brividi: è quello che fanno le dittature, in Cina o in Corea del Nord. Ma soprattutto è un problema di ignoranza. “Zingaro” non è un termine dispregiativo. Basta aprire un vocabolario. Da quando il termine “zingaro” è diventato dispregiativo? In Facebook sono incredibilmente razzisti o solo ignoranti?

Tuttavia pretendo di sapere da Facebook perché non riserva lo stesso trattamento di censura alle tantissime pagine dichiaratamente razziste, pornografiche e blasfeme presenti sul social network e che pubblicano in continuazione materiale blasfemo e schifoso. Non pubblicherò le foto per rispetto di tutti voi che mi seguite e per non fare pubblicità a questi dementi pervertiti che evidentemente Facebook considera in linea con la sua politica. Ma questa ipocrisia è veramente agghiacciante. #noalpensierounico.

Condividi

3 comments

    • Sandro on 10 aprile 2015 at 15:09
    • Rispondi

    giusto, infatti io ho cancellato l’account che avevo su Facebook. queste sono tutte cose che arrivano dall’America…
    ciao, buona giornata:-)

  1. èèèèèèèè già….
    ai visto? questo è il potere dei comunisti.Pensa cosa sarebbe successo a parti invertite…..ma roba de mat

  2. onorevole Meloni apprezzo il suo modo di essere in politica ,ho piacere a sentirla nei vari talk-show a cui partecipa perché ha un carattere degno di un politico di razza,d’altronde viene da un esperienza politica di destra di vecchio stampo peccato che è l unica in questo momento a esprimere la Voglia di Destra in quanto altri suoi colleghi di medesima estrazione si sono imborghesiti e non hanno più la “fame” di vincere.in questi vent anni lei è rimasta l unica a portare avanti il sogno di un grande uomo di destra e cioè di Giorgio Almirante ,che mostra le unghie e i denti al disfattismo della sinistra e alla pochezza ed ipocrisia del popolo radical chic che lo rappresenta.un unico commento al suo articolo ridurrebbe la sua valenza in quanto di un politico bisogna conoscere la sua storia ,la sua formazione ,le sue idee e la loro attuazione per esprimere un giudizio su un unico articolo…..vada avanti Giorgia nel nome di un destra che rimarchi con Orgoglio da dove viene e chi è ……figlia di una destra mai indomita ma ahimè povera di politici degni di appartenere ad un ideale che ha sempre sorretto le nostre radici……Brava

Rispondi