fbpx

Mag 20

Chi del Governo ha ignorato l’allarme terrorismo si dimetta e chieda scusa

Fratelli d’Italia lo aveva detto: con i barconi arrivano anche i terroristi. Dopo l’allarme lanciato dai servizi di intelligence di mezza Europa, la strage di immigrati cristiani su un barcone al largo delle nostre coste per motivi religiosi e le parole del segretario generale della Nato Stoltenberg sulla possibilità che terroristi e jihadisti possano nascondersi tra gli immigrati, oggi apprendiamo una notizia inquietante: il marocchino arrestato a Milano perché ritenuto tra i responsabili dell’attentato di Tunisi nel quale morirono anche 4 italiani era arrivato in Italia un mese prima della strage con un barcone.

Ci chiediamo cosa debba accadere ancora prima che Renzi e Alfano si diano una svegliata e facciano quello che serve: fermare subito gli sbarchi con un blocco navale al largo delle coste libiche e affondare le navi degli scafisti. Ora mi auguro che tutti gli esponenti del Governo che hanno bollato come ridicolo l’allarme di Fratelli d’Italia abbiano la decenza di dimettersi e tutti gli esponenti della maggioranza che fino a poche ore fa continuavano a sostenere che non esiste alcun nesso tra terroristi e sbarchi chiedano scusa agli italiani. Il Governo intervenga subito, perché è in gioco la sicurezza dei cittadini.

Condividi

Rispondi