fbpx

Giu 03

Meloni a Il Tempo: «Un successo, ora ripartiamo. La destra c’è e avanza. FdI cresce, chi ha scelto partiti più comodi ora ha un’alternativa»

L’intervista di Carlantonio Solimene.

Onorevole Giorgia Meloni, soddisfatta del risultato di Fratelli d’Italia alle Regionali? «Se consideriamo l’oscuramento da parte dei media e le risorse scarsissime – ventimila euro per sette regioni – l’esito è straordinario. Fratelli d’Italia è l’unico movimento oltre alla Lega a crescere, sia in termini percentuali che di voti assoluti. La destra c’è. Anche per questo, tutti quelli che finora ci hanno osservato da lontano per “testare” la nostra sopravvivenza a medio termine, oggi potrebbero anche venire a darci una mano».

A chi si riferisce? «Non ai nomi altisonanti, ma alle classi dirigenti intermedie. Penso, ad esempio, ai tanti consiglieri comunali che vengono dalla storia della destra ma hanno preferito rimanere in partiti più grandi. Oggi hanno un’alternativa, un movimento più affine alle loro idee che ha un potenziale straordinario».

Magari al Sud, dove Salvini non ha sfondato. «Era prevedibile. Inoltre, con l’Italicum si rischia di drenare voti al Sud per far eleggere parlamentari del Nord. La classe dirigente locale, prima ancora dell’elettorato, dovrebbe saperlo».

Ha parlato di Italicum. Il premio alla lista potrebbe «incoraggiare» una vostra corsa insieme al Carroccio? «Una premessa: la legge elettorale, con lo sbarramento al 3%, lascia aperto ogni spiraglio a un partito come il nostro ormai stabilmente sopra il 4%. In quanto al rapporto con la Lega, il “fronte anti-Renzi” in queste elezioni è stato già sperimentato in Toscana e Marche, le Regioni in cui la posizione di Forza Italia era più “ondivaga “. In entrambe le occasioni abbiamo fatto il 20%, siamo arrivati sopra il resto del centrodestra e abbiamo conteso il secondo posto a Grillo».

È questa la strada da seguire? «La strada da seguire è lavorare per vincere. Piu mondi si riescono a mettere insieme meglio è. Quanto accaduto in Toscana e Marche è una base di partenza. Poi bisogna vedere se Salvini vuole lavorare per vincere o per rafforzare la Lega. Se si mettono gli interessi del partito davanti a quelli del Paese si regala la vittoria alla sinistra. Vedi la Puglia».

La Puglia, appunto. Adriana Poli Bortone sarà espulsa da Fratelli d’Italia? «Lo dirà la commissione di garanzia. Dopo quello che ha detto contro di noi, l’esito mi sembra scontato. La signora si è dimostrata un po’ volubile e dovrebbe farsi un esame di coscienza per aver distrutto mesi di lavoro».

La Poli Bortone ha anche detto che non potete più usare il simbolo di An. «Lo deciderà l’assemblea dei soci della Fondazione An, a fine giugno. Non so come faccia lei a prevedere il risultato».

Ma Fratelli d’Italia è abbastanza forte da rinunciare alla Fiamma? «Certo che lo siamo. Se dovessimo chiedere di continuare ad averla è solo per il legame con la storia della destra italiana, di cui siamo fieri. È una valutazione che farò con il resto del partito».

La Fondazione potrebbe anche decidere di «sponsorizzare» il partito. «Sinceramente non legherei le due cose. La Fondazione continui a fare il suo lavoro di studio, ci aiuta già così, mantenendo viva un’identità di destra. Sovrapporre i piani di Fondazione e partito ci porterebbe su un terreno scivoloso».

Clicca qui per scaricare il pdf.

Condividi

3 comments

    • Bielli Maria Grazia on 3 giugno 2015 at 09:05
    • Rispondi

    Giusto. Abbiamo, (mi permetto di inserirmi tra i tanti che lo hanno fatto)lavorato senza finanziamenti, con un impegno immenso considerando anche i tempi stretti che abbiamo avuto per organizzarci.Io sono residente in Umbria regione dura e difficile. Avevamo difronte una sinistra super organizzata, con una rete capillare pronta ed asservita al PD in quanto datore di lavoro quasi unico tramite le varie Coop e cooperative referenti ai Comuni. Venivamo da una VITTORIA al Comune di Perugia che scotta ancora e pesa come un macigno perché imprevista e imprevedibile. Purtroppo la debolezza umana è anche dalla nostra parte, liste di disturbo sono nate all’improvviso ci hanno reso meno credibili. Il PUNTO era uno soltanto. Conquistare la roccaforte rossa la REGIONE. Alle 24,30 ero rappresentante di lista a due seggi, vincevamo per 2 punti con Ricci Presidente. Bene in 1 ora e mezza si è capovolto il risultato. Ho salvato dalle schede bianche due voti nostri. Se non ci fossi stata erano persi. Mi domando…se eravamo in più ai seggi, forse, altre schede bianche avremmo recuperato!!Spero che questo risultato brillante inviti chi si è astenuto dal voto per il mare, alla prossima tornata elettorale sia presente. Adesso non siamo più piccini piccini, possono cominciare a credere di poter contare su di noi, sulla nostra serietà, sul nostro tanto assegnatoci come offensivo POPULISMO che io interpreto come per il popolo, per una politica sociale. Già da subito noi continueremo a lavorare per preparare una buona base di partenza. Tu Giorgia continua a battere sempre quel ferro affinché non si freddi. Quello che è accaduto qui sa di straordinario, mai visto tanti giovani disponibili. E’ un partito giovane e noi più vecchi siamo pronti a stare dietro e a lavorare nel territorio, recependo le necessità e bisogni. Ti terremo informata tramite i nostri giovani rappresentanti.Ti rinnovo ancora la mia stima e fiducia e il mio affetto .A proposito ho sponsorizzato il 2 x 1000 ma ancora non è recepito a dovere. Di nuovo, buon proseguimento e spero a presto
    Bielli Maria Grazia

  1. cara diorgia mi piaci da come parli e come donna sei divina tutto quello che fai lo fai veramente bene spero che infine la mia italia si metta alla via una volta per tutte e che alfano e renzi abbandonino l`italia essendo traditori e incapaci di governare la nostra fantastica italia e che infine fermassero questa orda di barbari che stanno invadendo l`italia e che hanno permesso d`introdurre un nemico invisibile una nazione e forte quando combatte esternamente ma quando il nemico si trova gia` in casa la propria casa diventa pericolosa e debole tu stai facendo le cose come vanno fatte io sempre ti seguo .Seguo questa donna bella con tanta femmilinita bene ti do` un forte abbraccio in fede antonio donnarumma

    • giuseppe giunta on 3 giugno 2015 at 15:59
    • Rispondi

    rassicurante e coerente

Rispondi