Giu 26

FdI-An cresce e rinnova il suo appello: chi condivide i nostri valori ci dia una mano per vincere

«La Direzione nazionale di Fratelli d’Italia ha fatto il punto sui risultati delle elezioni regionali, che hanno visto il nostro movimento tra i pochissimi in crescita rispetto alle precedenti elezioni. Siamo ormai vicini al 5% dei consensi ma per diventare un partito a doppia cifra e tornare a vincere abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti coloro che come noi condividono le storie e i valori della destra e del centrodestra. Penso a quelli che, seppur controvoglia, hanno preferito rimanere in partiti apparentemente più grandi o coloro che sono rimasti a guardare per il timore che FdI non sopravvivesse. È a tutte queste persone e a questi mondi che rinnoviamo il nostro appello a darci una mano e condividere le battaglie dalle quali il centrodestra deve ripartire. Mi riferisco alla coerenza di chi non ha mai inciuciato con la sinistra, alla credibilità delle proposte messe in campo, al radicamento e alla presenza sul territorio perché la politica è dei cittadini e non dei partiti. Il centrodestra può tornare a vincere ma non si può rieditare: si deve rifondare. E quello che esce da queste elezioni regionali è che la luna di miele tra Renzi e gli italiani è finita: il segretario del Pd è stato normalizzato come chiunque altro politicante ed è stato deludente  come qualunque altro politicante. Le sue riforme sono inesistenti salvo quelle che scrive sotto dettatura delle lobby e delle banche che lo hanno piazzato a palazzo Chigi e gli italiani ormai lo stanno capendo».

Lo ha detto al termine della direzione nazionale il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Condividi

1 comment

  1. Tutto vero,ma devi avere il coraggio di buttare fuori i vecchi politicanti e faccendieri come alemanno,che con buzzi e carminati ha avuto a che fare sia di recente,sia quando in gioventù era carcerato a rebibbia.Certo , è stato assolto,ma se è per questo,anche enrico de pedis detto renatino,bos della banda della magliana è morto incensurato.

Rispondi