Lug 21

La decisione su cosa sia una famiglia e cosa sia un matrimonio compete solo agli italiani. Da FdI opposizione al ddl Cirinnà

L’Italia prenderà in considerazione la sentenza sulle unioni gay della Corte europea dei diritti dell’uomo il giorno in cui la Corte farà rispettare questa sua decisione anche a tutti gli altri 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, a cominciare da Russia, Turchia, Polonia e Grecia.

Fino ad allora, la decisione su cosa sia una famiglia e cosa sia un matrimonio compete solo al popolo italiano, che nonostante la campagna martellante dei media resta contrario ad ogni provvedimento che possa aprire le porte all’ipotesi di adozione di bambini da parte delle coppie omosessuali.

Fratelli d’Italia si batterà in Parlamento per difendere la volontà degli italiani, a cominciare dall’opposizione al ddl Cirinnà.

Condividi

1 comment

    • alfredo pescante on 22 luglio 2015 at 17:05
    • Rispondi

    Hai sacrosanta ragione!

Rispondi