Gen 20

Lavori socialmente utili immigrati idiozia che solo sinistra Pd e sinistra M5s della Raggi potevano sostenere

Il ministro dell’Interno Minniti vorrebbe far svolgere agli immigrati richiedenti asilo dei lavori socialmente utili, mentre il sindaco di Roma Raggi firmerà con la Prefettura un progetto per impiegare gli immigrati presenti nella Capitale nella stessa attività.

È un’idiozia che solo la sinistra targata Pd può concepire e la sinistra targata M5S della Raggi può voler mettere in pratica. Non si conoscono ancora i dettagli di questa trovata ma nel caso si preveda di far lavorare gratuitamente i richiedenti asilo segnalo che la schiavitù in Italia è stata abolita da molti secoli e non si capisce con quali strumenti il Governo e i Comuni intendano costringere a lavorare un immigrato che si rifiuta di farlo. Il ministro Minniti e il sindaco Raggi stanno pensando alle catene, alle frustate e alla privazione di cibo e acqua? Nel caso in cui si preveda di pagare gli immigrati che fanno lavori socialmente utili, saremmo di fronte ad un insulto nei confronti dei milioni di italiani ridotti in povertà e privi di lavoro, reddito e un sostegno da parte dello Stato. Non ci sono facile scappatoie all’immigrazione incontrollata: il problema non è trovare dove accogliere i clandestini e come trovare loro un lavoro, il problema è trovare misure più efficaci per fermare il flusso di arrivi e rimpatriare chi non ha diritto a stare in Italia.

Condividi

3 comments

    • Franco Cordiale on 21 gennaio 2017 at 18:38
    • Rispondi

    Infatti, la strada da percorrere é quella di regolare l’immigrazione. Quando immigrati identificati e regolarizzati entrassero in Italia, si valuterebbero REALISTICAMENTE le loro vere possibilità di integrazione. Nel rispetto verso gli immigrati stessi ed il POPOLO ITALIANO che li accoglie. Quanto alla cialtroneria, lasciamola per intero al PD e ai suoi servi, quelli sciocchi e quelli opportunisti.

    • arturo on 22 gennaio 2017 at 13:01
    • Rispondi

    Salve sono un lsu del comune di napoli da ben 21 anni, non ci sono soldi per dare un lavoro vero e più dignitoso per noi, come si fa a pensare di creare nuovi schiavi sfruttati dagli enti locali creando una nuova guerra dei poveri. Noi comunque paghiamo le tasse e siamo vessati da tributi locali o nazionali, penso che il nostro paese non possa caricarsi dei problemi di tutto il mondo. Spero che con qualche politico più realista come lei si riesca a fermare questa deriva incosciente. Distinti saluti Arturo Carannante

    • carmelo on 23 gennaio 2017 at 15:57
    • Rispondi

    se li fanno lavorare anche un solo giorno, dopo un pò troveranno un giudice che li farà risarcire dagli italiani boccaloni, se poi si fanno male a un dito, un giudice gli darà la pensione, l’abusivo che veste di bianco li farà santi

Rispondi