Giu 09

Dopo lo sfregio alle vittime dell’attentato di Manchester, la nazionale di calcio saudita sia esclusa dalla Coppa del Mondo

I giocatori della nazionale di calcio dell’Arabia Saudita non hanno rispettato, prima della partita con l’Australia, il minuto di silenzio per le vittime dell’attentato islamista di Manchester.

È uno sfregio senza precedenti e che non può passare inosservato: l’Arabia Saudita paghi questo comportamento indegno e sia esclusa subito dalla Coppa del Mondo. Chi oltraggia le vittime di un massacro non è degno di partecipare ad una competizione sportiva così importante e dall’alto valore simbolico. Che cos’altro dobbiamo sapere della Nazione che finanzia il fondamentalismo islamico – e che Renzi e compagnia considerano una Nazione amica (magari in cambio di qualche Rolex) – prima di prendere le dovute contromisure?.

Condividi

1 comment

    • Nicolò Vergata on 17 giugno 2017 at 23:13
    • Rispondi

    Ma l’Inghilterra, la Mey e la Regina Elisabetta, i primi interessati, non hanno nulla da dire? Quando si dice che pecunia non olet!

Rispondi