«

»

Giu 17

FdI lancia “reddito di infanzia”

Fratelli d’Italia è al lavoro per scrivere il programma di governo per le prossime elezioni politiche: oggi da Todi diciamo che chi vuole essere nostro alleato non può prescindere dal tema della famiglia. Noi abbiamo bisogno di figli, abbiamo bisogno di incentivare la famiglia, abbiamo bisogno di aiutare le mamme.

Per questo oggi ci presentiamo con un pacchetto di iniziative che vogliamo presentare alle associazioni e che prevedono, per esempio, il reddito per l’infanzia, con il quale rispondiamo alla demagogia del reddito di cittadinanza del M5S dicendo che bisogna aiutare soprattutto chi ha il coraggio di mettere al mondo dei figli.
Quella che Fratelli d’Italia propone  è una rivoluzione del nostro Welfare: che per noi va riformato mettendo al centro del nostro stato sociale la famiglia, che è il primo nucleo di solidarietà. Per farlo abbiamo immaginato un pacchetto molto complesso di iniziative che partono dalla tassazione, che va spostata dalla persona al nucleo familiare, passa per gli incentivi alle aziende che hanno il coraggio di assumere una donna in età fertile e quindi a strumenti che rendono questa assunzione agevole e arriva fino al reddito per l’infanzia, per sostenere le famiglie più in difficoltà che mettono al mondo dei figli

Condividi

2 comments

  1. Antonio Volllaro

    ancora GEN.T.MA SIG.RA MELONI il coragggio dellle proprie azioni che, poi diventa .. CONTAGIOSO … in chi share, condivide gli stesssi TARGETS … non posso non AUGURARLE BUON LAVORO .. DEFERENTE

  2. Franco Cordiale

    O si aiutano gli italiani che lo desiderano ad avere figli, oppure si naturalizzeranno più o meno sbrigativamente, come vuole il PD con lo JUS SOLI, i figli degli altri, ripetendo in versione peggiorata quanto successo in Francia, Belgio, Inghilterra. Cioé favorire la crescita di gruppi poco o per nulla inseriti (come ne abbondano nelle banlieue francesi e belghe, ad es) nel tessuto sociale della nazione, un corpo estraneo sensibile ai richiami dell’ILLEGALITA’ e del TERRORISMO. E’ vero: non tutti gli islamici sono terroristi (i più certamente non lo sono, né vorrebbero diventarlo). Ma quasi tutti i terroristi sono islamici.

Rispondi