Lug 30

FdI offre assistenza legale gratuita a 22enne che ha aggredito spacciatore fratello minore

Giovane 22enne aggredisce lo spacciatore che vendeva droga a suo fratello di 15 anni, si costituisce e lo Stato lo indaga per tentato omicidio. Fratelli d’Italia offre assistenza legale gratuita a questo ragazzo: per noi è chi spaccia droga a dei ragazzini minorenni a dover essere indagato per tentato omicidio, non un fratello disperato. Non siamo mai stati e non siamo per la giustizia fai da te, ma non possiamo far finta di non sapere che questo ragazzo non aveva strumenti per difendere il suo fratellino dalla droga, magari dalla dipendenza, forse perfino dalla morte.

Se avesse denunciato lo spacciatore cosa sarebbe accaduto? grazie alla sinistra delle depenalizzazioni e degli svuotacarceri assolutamente nulla.

 

Condividi

3 comments

    • giovanni on 30 luglio 2017 at 15:54
    • Rispondi

    che paese perverso è l’Italia, ti difendi da un aggressore e vieni indagato tu.

    • Franco Cordiale on 30 luglio 2017 at 18:16
    • Rispondi

    Bisognerebbe davvero istituire sostegni legali e finanziari verso i parenti delle VITTIME del CRIMINE. Fior di associazioni (Antigone, “Nessuno tocchi Caino” etc) tutelano invece chi delinque a livelli anche gravissimi. Genitori, figli, fratelli, coniugi dei morti assassinati non fanno certo né gola, né comodo ai paladini della giustizia “politicamente corretta”…INTERVENGANO ALTRI, allora.

    • michele on 2 agosto 2017 at 14:53
    • Rispondi

    signora Meloni ricorda lo scrittore che nella trasmissione della 7 dove c’era quell estremista ottuso del sig Parenzo praticamente la aggredita proprio sul tema sicurezza .
    “Vandali da Mauro Corona, scrittore li insegue con accetta” dichiara lo scrittore se li avessi presi li avrei ammazzati .
    MA VA!!!? che strano ,la signora Meloni una fascista razzista senza cuore ma appena entrano in casa a lui .ops li avrebbe ammazzati se li avesse raggiunti .
    per rispondere al signor giovanni ed al signor Franco Cordiale , sino a quando le leggi le fanno persone come lo scrittore Mauro Corona, persona buona e rispettabile ma che vive sui monti e non alla stazione di Milano di Roma o Bologna , non cambierà nulla ,per loro la vita è una cosa che leggono da qualche parte e ne scrivono come se la vivessero .
    Ma quando capita di vivere la vita delle persone comuni allora si che l’ascia salta fuori ,eccome.

Rispondi