Ott 13

Con fondazione AN ci occuperemo noi di ricostruire la tua casa

E’ un’Italia impazzita quella nella quale nessuno tocca da anni le ville abusive dei ricconi mentre una donna di 95 anni viene sfrattata dalla casetta di legno che la sua famiglia le ha costruito perchè il governo non ha ancora consegnato le case ai terremotati.

 In attesa che le Istituzioni rinsaviscano ho chiesto alla Fondazione Alleanza Nazionale, che raccoglie la storia della destra italiana e che ha delle risorse, di aiutare nonna Peppina a rimanere a San Martino di Fiastra finanziando la ricostruzione della sua casa nel rispetto di tutti i vincoli. E sono molto contenta di dire che la Fondazione Alleanza Nazionale ha risposto positivamente: nonna Peppina sappia che al di là di quello che faranno la politica e il governo, ci occuperemo noi di ricostruirle la sua casa affinchè possa passare la sua vita e i suoi anni dove vuole stare.

E sono rimasta molto male del silenzio imbarazzante del Presidente della Repubblica Mattarella su questa vicenda: sono stata la prima a chiedergli di intervenire perchè una parola del Capo dello Stato avrebbe cambiato le cose. Invece il presidente Mattarella, che pure si occupa di tutto, non ha trovato il tempo per occuparsi di questa italiana.

Condividi

5 comments

Vai al modulo dei commenti

    • giovanni on 13 ottobre 2017 at 17:48
    • Rispondi

    Una bella iniziativa

    • Corrado Pasetti on 13 ottobre 2017 at 18:44
    • Rispondi

    BRAVI questa é la destra sociale che voglio vedere all’opera.

  1. Mi congratulo con Voi per l’iniziativa per quella nonnina e mi conferma sempre più che il Vs Partito dovrebbe essere quello che ci dovrà governare, come io intanto quando ci saranno le Elezioni vi voterò, cercando di far partecipi a Vs vantaggio i miei amici e parenti. Grazie per tutto ciò che state facendo, anche se so che non potremo, al momento, molto ci è precluso…

    • Crocetti Riccardo on 14 ottobre 2017 at 19:33
    • Rispondi

    Bravi, sostituiamoci a questo stato di merda ogni volta che le circostanze ce lo permettono. Non solo Peppina quindi, ma tanti e tanti altri ancora!

    • Giovanni on 22 ottobre 2017 at 11:20
    • Rispondi

    Se continua di questo passo qui sarà una giungla

Rispondi