Dic 18

Giù le mani dall’Alto Adige. FdI farà barricate e chiede intervento Mattarella

Dopo miliardi di euro di soldi italiani spesi per pagare alle popolazioni di lingua tedesca l’autonomia in Alto Adige, oggi l’Austria arriva, se ne frega della quietanza liberatoria del 1992 tra Roma e Vienna e mette sul tavolo, unilateralmente, la concessione della cittadinanza a chi la richiederà, dichiarandosi tedesco o ladino.

Il tutto nel totale e gravissimo silenzio del governo PD, che in cambio di due miseri collegi assicurati dai voti della SVP, che come scritto da diversi giornali sarebbero per la Boschi e Delrio, calpestano la nostra dignità nazionale.

L’Austria stia al posto suo e non si permetta queste invasioni illecite. Pensare di gestire una porzione d’Italia abitata da una maggioranza di cittadini austriaci è follia. Ci troveremmo di fronte a una secessione mascherata. Fratelli d’Italia farà le barricate in Alto Adige, in Parlamento e in ogni sede istituzionale e chiede l’intervento del presidente Mattarella per fermare questo affronto indegno.

Giù le mani dall’Italia.

Condividi

6 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Diego Verdegiglio on 18 dicembre 2017 at 15:56
    • Rispondi

    Sono del tutto d’accordo. E’ l’unica minoranza tedesca in Europa che dopo 70 anni ancora rompe i coglioni. Siamo troppo buoni

    • Vincenzo Cesareo on 18 dicembre 2017 at 17:54
    • Rispondi

    Onorevole Meloni,
    innanzitutto mi lasci dire che il mio voto a centrodestra ha motivo di esistere in quanto lei è schierata li. Detto questo, se dovessi decidere io proporrei la abolizione di questa sedicente autonomia. Che poi è un’autonomia a convenienza. Quando c’e’ da prendere sono autonomi, quando c’e’ da dare ci pensa Roma. Saluti

    • Franco Cordiale on 19 dicembre 2017 at 02:57
    • Rispondi

    Come si permetta il governo austriaco di dettare legge in casa degli altri, vedi Alto Adige, si spiega col semplice fatto che in Italia tutti la fanno da padroni…SALVO I CITTADINI ITALIANI ! Il vaticano di Bergoglio fa pressione a favore dell’immigrazione clandestina, condizionando non poco la nostra politica estera…ogni immigrato clandestino riunito in gruppo o banda o mafia si prende il suo spazio, affidandosi alla “legge” non certo dello Stato italiano, ma delle MAFIE che spadroneggiano in ogni dove. Lo Stato viene invocato quando deve PAGARE CON I NOSTRI SOLDI. Allora sì che ci vuole! L’Austria non fa eccezione, fingendo di ignorare i notevoli vantaggi già offerti agli alto atesini di lingua tedesca con gli accordi De Gasperi – Gruber e certo sapendo che gli APOLIDI vigliacchi ed opportunisti del P.D. e annessi cortigiani non faranno certo opposizione a qualsivoglia abuso a danno di Italia ed Italiani. Quanto ai CINQUE STELLE…dovremmo prima spiegargli dove si trova l’Alto Adige…E la faccenda andrebbe per le lunghe.

    • Gianni on 20 dicembre 2017 at 10:48
    • Rispondi

    Questa storia dell’autonomia ha cominciato veramente a stufarmi, c’è una storia dietro la liberazione dell’Alto Adige una storia di sacrifici e di sangue di migliaia di patrioti caduti per liberare quelle terre. Il problema è che con loro siamo stati anche fin troppo buoni concedendogli tutto. Adesso basta

    • Vincenzo Cesareo on 20 dicembre 2017 at 15:12
    • Rispondi

    *L’ha

    • Cate on 20 dicembre 2017 at 21:38
    • Rispondi

    L’autonomia al Trentino Alto-Adige, non si tocca, mentre per quanto riguarda la doppia cittadinanza posso anche capirlo. Leggendo un commento ho notato che qualcuno ha scritto che sono morti migliaia di patrioti per liberare quelle terre, il problema è che, quelle terre non dovevano essere liberate in quanto erano austriache non italiane.

Rispondi