Dic 21

Unico partito fuori da bancopoli è Fratelli d’Italia. Di Maio mette le mani avanti per coprire incontri m5s

Luigi Di Maio dichiara che nessun partito è estraneo a “bancopoli”. Un pietoso tentativo di mettere le mani avanti e coprire la vergogna del Movimento 5 Stelle che incontra di nascosto le lobby dei banchieri.

Un partito al di fuori di bancopoli esiste ed è Fratelli d’Italia, non certo i grillini che cercano l’amicizia dei poteri finanziari.

Condividi

2 comments

    • Franco Cordiale on 22 dicembre 2017 at 03:15
    • Rispondi

    In effetti questo movimento “cinquestelle” é venuto fuori all’improvviso sull’onda dei “vaffa day” di un comico. Ha racimolato un po’ di tutto dal cosiddetto “popolo della rete” e contiene posizioni di ogni genere, populiste, ribelliste, in alcun modo riconducibili ad una identità precisa e ad un progetto preciso. Destrorsi o sinistrorsi, secondo gli umori della piazza e le convenienze del momento. Ma chi li foraggia? Non saranno quegli stessi che temevano un FRONTE POPOLARE e NAZIONALE UNITO contro il PD, i suoi lacché tipo Alfano, la FINANZA massonica e mondialista? Essa infatti ci vuole disgregati, apolidi, sradicati culturalmente, senza patria e senza confini, a disposizione dell’IMMIGRAZIONE irregolare, promosa e benedetta da Bergoglio e dall’UE, sostenuta dall’ONU ?

    • Giovanni on 30 dicembre 2017 at 12:03
    • Rispondi

    I cinque stelle sono gli utili idioti di leninista memoria per la conquista del potere e una volta raggiunto il potere i padroni del vapore si sbarazzeranno di loro. Stalin insegna

Rispondi