Feb 16

Aderisco a campagna Internazionale “dogs and cats off the menu” boicotta la Corea del Sud salva cani e gatti

Boicotta chi alleva e uccide cani e gatti per farli finire sulle tavole dei ristoranti. Sono in corso in questi giorni le Olimpiadi invernali in Corea del Sud. La Corea è l’unica nazione al mondo con allevamenti legali di cani destinati ad essere macellati. Una barbarie inaccettabile che il governo coreano non ha voluto interrompere neppure nei giorni delle Olimpiadi. Credo che sia giunto il tempo di far sentire il nostro sdegno. Boicottiamo tutte le marche coreane finché non sarà messa fine a questa inciviltà. Io aderisco alla campagna internazionale “dogs and cats OFF the menu”, voi da che parte state?

Condividi

4 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Laura on 16 febbraio 2018 at 07:06
    • Rispondi

    Sono barbari privi di sensibilità. Sono anni che si tenta di farli smettere con questa crudeltà senza mai riuscirci. Certo è che non accetterei un invito a pranzo o cena da parte di persone che hanno una cultura simile ne frequento i loro ristoranti.

    • Gianni on 16 febbraio 2018 at 08:48
    • Rispondi

    E’ assurdo che si facciano le pulci alla Corea del Nord rispetto e poi in Corea del Sud massacrano i cani

    • Franco Cordiale on 16 febbraio 2018 at 09:28
    • Rispondi

    In effetti sono USANZE BARBARICHE, sia nelle due Koree, in CINA ed altrove! Un passo verso la civiltà non guasta mai. Ogni dovuto rispetto verso gli animali é segno di civiltà, come sosteneva anche Ghandi. Io CONCORDO in pieno! Ad ancora maggior ragione però, sarebbe giusto parlare dell’ABORTO LEGALE usato come metodo contraccettivo. Lo sapete che grazie alla legge 194 abbiamo CINQUE MILIONI di ITALIANI IN MENO ? E poi i nostri politicanti dichiarano che per …ehem…rimediare alla diminuità natalità, bisogna importare a go go immigrati clandestini, i quali ci “pagherebbero le pensioni” ! Che ve ne pare ?

    • Crocetti Riccardo on 16 febbraio 2018 at 14:25
    • Rispondi

    Mi associo alla suddetta campagna.

Rispondi