Feb 23

Proposta FdI è rimpatriarli in giornata

I clandestini ospitati nel centro d’accoglienza sull’Aurelia a Roma si barricano per protestare contro il fatto che non gli pagano le ricariche telefoniche. Evidentemente a questi signori non bastano i 37 euro al giorno che l’Italia spende per pagare loro vitto, alloggio, vestiti e cure, togliendo questi soldi ad anziani e disabili. 
La proposta di Fratelli d’Italia è: rimpatriamoli in giornata.

Condividi

3 comments

    • Franco Cordiale on 23 febbraio 2018 at 02:43
    • Rispondi

    Gli abusi che sono consentiti in Italia, non esistono altrove. Chi arriva clandestinamente in Italia lo sa perfettamente: abbiamo singolari “privilegi”, noi italiani: chi ci predica la famosa “ACCOGLIENZA” al di qua e al di là del Tevere, a patto che siano sempre gli altri ad accogliere…e poi ci racconta che il vero pericolo sarebbero il nostro “razzismo” ed il nostro “fascismo”. E poi abbiamo l’icona vivente di tanta predicazione. E’ zietta Laura! Ma non vi viene il magone a pensare che forse tra non molto perderà il suo scranno a montecitorio? Che andrà a fare, se non dovesse fare più politica ?

    • Crocetti Riccardo on 23 febbraio 2018 at 07:01
    • Rispondi

    Ma come, ma poverini!
    Anche alla fine della seconda guerra mondiale milioni di profughi dall’ Europa orientale passavano le giornate, fra i campi profughi e , molto più frequentemente, fra le macerie delle città distrutte , attaccati ai telefoni ( a quel tempo con il filo) a dire cacchiate a Tizio e a Caio e ad aspettare che il resto del mondo facesse qualcosa per loro!
    L’unica volta che qualcuno pensò di fare qualcosa per chi non aveva più niente fu quando la C.G.I.L. a Bologna, fece rovesciare per terra dai propri iscritti i bidoni del latte con cui alcuni residenti avevano pensato di rifocillare i poveracci nullatenenti ( bambini compresi) , provenienti dall’Istria e dalla Dalmazia!
    Per non parlare dell’accanimento con cui il P.C.I. e Papi vari lottarono per abbattere l’odioso muro di Berlino!
    Non muri, ma ponti!

  1. hanno attraversato il mare rischiando la vita gli diamo i soldi e non si accontentano, ma allora ritornassero al proprio paese : decreto di rimpatrio…..

Rispondi