Apr 11

Grazie a Fratelli d’Italia in commissione ci sarà anche esame su lavoratori marittimi

Grazie a Fratelli d’Italia tra i provvedimenti all’esame della Commissione Speciale della Camera e del Senato ci sarà anche il decreto legislativo di attuazione della direttiva europea sui lavoratori marittimi. In campagna elettorale avevamo preso un impegno con tanti lavoratori del comparto: approvare una legge che preveda agevolazioni fiscali solo per quelle compagnie di navigazione che imbarcano il 90% di personale italiano. Non è possibile che 8 marittimi su 10 sulle navi italiane siano stranieri e che queste compagnie ricevano addirittura dei cospicui aiuti dallo Stato, nonché lo sgravio totale dei contributi Inps, perché mette fuori gioco i nostri marittimi in favore di personale extracomunitario sottopagato. Per noi che difendiamo il lavoro italiano, è solo concorrenza sleale. Oggi un primo passo per cancellare questa vergogna è stato compiuto e Fratelli d’Italia si batterà per portare a casa questo grande risultato.

Condividi

4 comments

Vai al modulo dei commenti

    • clausi francesco on 11 aprile 2018 at 10:48
    • Rispondi

    mi dispiace essere di cattivo auspicio ma questo risultato non arriverà finchè non si cambiano le leggi a monte un sottopagato straniero è indirettamente autoruizzato dallo stato con tutte le leggi e leggine che lo proteggono e quindi non vedo perchè la compagnia marittima non deve approfittarne. la difesa dei lavoratori marittimi italiani è una burla finchè esistono queste scappatoie volute sempre dal governo questo il mio pensiero

  1. spero, veramente che qualcosa si muoverà

    • Pino on 11 aprile 2018 at 12:49
    • Rispondi

    E tutto un mangia mangia, quanti soggetti responsabili degli imbarchi prendono mazzette per favorire stranieri al posto degli italiani ? Eppure le scuole alberghiere sfornano ogni anno sufficienti elementi per armare una nave da crociera, tra cucina, sala, bar e ricevimento.

    • antonio velotto on 11 aprile 2018 at 16:42
    • Rispondi

    amen

Rispondi