Lug 23

Su tema gender intervenga nuovo cda. Basta indottrinamento e propaganda coi soldi degli italiani

“I generi non esistono, è ridicolo che un bambino si debba preoccupare di quello che è, perché ha paura che la società lo possa far soffrire.” Continua il tentativo di indottrinamento dei bambini sul tema del gender. Ma, stavolta, lo paghiamo tutti noi. Altro che libertà di educazione da parte delle famiglie: la Rai usa questo video, questo testo, per propagandare un programma su temi delicatissimi che va in onda in prima serata. Non se ne può più di questa dittatura. BASTA! Intervenga il nuovo cda della Rai. Per voi è normale che con i soldi del canone si faccia questo?

 
 
Condividi

8 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Brown on 23 luglio 2018 at 16:45
    • Rispondi

    Il mio pensiero sulla RAI. I Governi e i vari cda della RAI non hanno ancora capito che gli italiani sono dei cretini, ma molti di essi si stanno svegliando. Quando completeranno il risveglio l’Ente fallirà. Oggi, che ancora viene sovvenzionata non solo dal canone, stanno continuando a sguazzare in quel che sta rimanendo della vecchia “allattatrice”.
    Fra non molto nel CDA ci metteranno Bersani, D’alema, Grasso e Boldrini, a quel punto porteranno i libri mastri in tribunale e verranno a governare l’informazione e i programmi italiani dirigenti Cinesi e Africani ed è cosi che arriveremo non al medioevo, ma alla preistoria.

    • Ewa on 23 luglio 2018 at 16:56
    • Rispondi

    NO, non è normale. E siamo contrari.

    • Ivan G. on 23 luglio 2018 at 19:09
    • Rispondi

    Ci vuole una sola rete pubblica, il ridimensionamento del canone e, soprattutto, porre fine a questa deriva sul tema in questione. Ma dove si vuole arrivare con questo transumanesimo? L’essere umano dovrebbe vergognarsi di queste nuove “frontiere”, per usare un eufemismo…..

    • Crocetti Riccardo on 24 luglio 2018 at 07:53
    • Rispondi

    Quello che è scandaloso è il fatto che una NEVROSI, perchè tale è l’omosessualità, riconosciuta per quello che è dal comune sentire della gente, oltre che dalla psicoanalisi, venga imposta al mondo come l’ottavo sacramento da rispettare e da venerare! Che poi la cosa venga fatta con una goffaggine e con una prepotenza senza precedenti ,la dice lunga sulle “buone intenzioni” dei tiranni dell’anormale.
    Leviamo loro il giocattolo -RAI e tutti gli altri media ( parola quest’ultima da pronunciare come in latino,perchè è latina, e non all’inglese “midia” ), e facciamo tacere i lesbisti-leninisti e la cricca globalista!

      • emanuel on 24 luglio 2018 at 09:43
      • Rispondi

      completamente d’accordo, togliete il giocattolo mediatico e poi vediamo…

    • emanuel on 24 luglio 2018 at 09:36
    • Rispondi

    quando chiuderete definitivamente la RAI? per quanto ancora dovremo subire queste porcherie?

    • Gioacchino De Leo on 24 luglio 2018 at 12:22
    • Rispondi

    La RAI e anche commerciale! via il canone! e una truffa!, poi, se non sbaglio c’e una sentenza che le reti a pagamento non devono fare spot pubblicitari!!

    • Gianni on 25 luglio 2018 at 09:51
    • Rispondi

    Mi chiedo se ha ancora senso mantenere tre reti pubbliche che prendono soldi sia dal pubblico che dal privato. Se Santoro, Travaglio e Fazio sono così bravi e dicono che il canone non serve a pagare i loro stipendi allora che si confrontino con il mercato

Rispondi