Ott 06

Le fatwe di Bonino e co. non ci fanno paura

Se per la sinistra chi difende la vita, rispetta la legge 194 e informa le donne che esiste un’alternativa all’aborto è un reazionario da combattere (e magari arrestare), allora sono fiera di essere definita reazionaria. Fratelli d’Italia ha votato la mozione approvata dal Consiglio comunale di Verona e siamo pronti a ripresentarla anche in altri Comuni. Le fatwe della Bonino e co. non ci fanno paura.

Condividi

2 comments

    • Alberto Busato on 6 ottobre 2018 at 21:46
    • Rispondi

    Ben detto!

    • Franco Cordiale on 7 ottobre 2018 at 10:36
    • Rispondi

    Faccio notare che lor signori del Partito Radicale, a partire da Pannella e accoliti, tra cui spicca la signora Bonino, erede di Adele Faccio e Cicciomessere, da un lato hanno patrocinato l’aborto “LIBERO, GRATUITO, ASSISTITO”, quale fosse una normale prassi sanitaria, che so, odontoiatrica (figlio da abortire, uguale dente cariato da estrarre), ben al di là dei “casi pietosi” (aborto clandestino) che erano stati agitati davanti all’opinione pubblica per indurla a votare SI al referendum del 1981 (signora Giorgia, allora Lei aveva quattro anni…). Ma dall’altro lato hanno propagandato e sostenuto in ogni modo l’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, quasi a titolo di rimpiazzo dei CINQUE MILIONI di ITALIANI che non sono venuti al mondo, proprio grazie alla legge 194 ! Insomma: facciamo pur crepare i nostri, tanto ci saranno i sostituti dall’Africa e dall’Asia ! Discorso “rozzo e brutale”, privo di bon ton politicamente corretto ? Può anche darsi. Ma coglie una verità SOSTANZIALE ed innegabile.

Rispondi