Democrazia e merito contro l’antipolitica. L’intervista pubblicata dal Giornale – Dossier Lazio

“Creare le condizioni per mettere in atto un vero cambiamento, soprattutto dopo gli ultimi scandali che hanno ancor di più compromesso la fiducia dei cittadini nella politica, è un dovere oltrechè un obiettivo prioritario”. Ad affermarlo è l’ex Ministro della Gioventù Giorgia Meloni che, in questa fase incandescente della politica italiana, commenta la volontà di ricambio che si respira oggi nel nostro Paese. “

Come dovrebbe avvenire il ricambio generazionale in politica?

Al di là dei nomi, delle facce e dell’età sono sono i meccanismi di selezione della classe politica a dover essere modificati. Un ricambio non avviene sostituendo dei cooptati con dei cooptati più giovani, perchè non è solo una questione anagrafica: sono il merito e le competenze a dover essere riconosciute. I giovani italiani, che hanno scelto di donare una parte di loro stessi a questa Nazione attraverso la militanza e l’impegno politico, hanno il diritto di misurarsi sul terreno del consenso che, in democrazia, è il vero strumento che permette di giudicare il merito. Il tutto  ovviamente può e deve essere affiancato da un processo di svecchiamento delle istituzioni, risultato di un’impostazione culturale e costituzionale ormai superate.

Continua qui a leggere l’intervista

Condividi

1 commento

    • Roberto Paolozzi il 17 Ottobre 2012 alle 10:27

    Sono sempre convinto che prima di tutto occorre rinnovare ed aggiornare la Costituzione con tutte le leggi per costruire l’Italia release 2.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.