Quella di Renzi non è una vera riforma del lavoro

Modificare di qualche mese la durata dei contratti di lavoro a tempo determinato non è una vera riforma del lavoro. Riforma sarebbe stato introdurre un sistema unico di ammortizzatori sociali e superare il dualismo tra lavoratori di serie A e di serie B con un contratto unico a garanzie crescenti che valesse per tutti. Insomma qualcosa di molto distante dai minimi provvedimenti che Renzi ha portato in Aula.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.