fbpx

Feb 22

Non vediamo stesso film, Italia ultima in Ue per crescita e 40% disoccupazione giovanile

 

Padoan, non vediamo lo stesso film: da noi Italia ultima in Ue per crescita, disoccupazione giovanile al 40%, credito solo ai potenti amici del Pd».

È la  miarisposta su twitter al ministro dell’Economia Padonan che sul social network aveva scritto che Gli “effetti riforme si vedono: crescita è tornata, occupazione aumenta, credito funziona meglio. Ma dobbiamo fare di più”.

Condividi

3 comments

  1. Le dichiarazioni di Padoan: “La crescita é tornata……”
    Sono menzogne signora Meloni. Solo sfacciate menzogne. Questo signore ipnotizza i lettori con la sua tiritera di finto uomo colto..
    Non vi sarà nessuna crescita finché la sovranità monetaria non ritornerà nelle mani del Governo. E noti bene: di un governo di gente competente ed intenzionata a perseguire il benessere sociale della popolazione e non gli interessi del sistema bancario: società private con finalità di lucro degli azionisti (e di altri ancor più inaccessibili nei paradisi fiscali d’oltremare)
    Quel che racconta il sig cameriere della finanza internazionale sono solo chiacchere, sanno menare il can per l’aia senza dubbio.
    La prima delle sovranità che spettano al popolo italiano, gentile Signora Meloni è la sovranità monetaria; con l’abolizione del debito pubblico (costo di acquisto delle banconote stampate a costo pressochè zero dalla BCE). Questa è una frode sfacciata e non più tollerabile.
    Tutta l’economia, per incredibile che sembri, dipende dalla sovranità del governo (ovvero del popolo italiano) sull’emissione monetaria.
    Da questo dipende tutta l’economia. l’occupazione, il benessere delle piccole imprese, la ripresa economica. Le sembra inverosimile?
    Forza signora Meloni. Coraggio cara “Giovanna d’Arco” del Popolo italiano.
    Per favore, signora Meloni, approfondisca e divulghi la conoscenza che si riferisce a quello scandalo che è l’emissione monetaria così come é realizzata oggi nel mondo occidentale:
    Una truffa legalizzata. Un fiume inarrestabile a senso unico di ricchezza che dalle tasche del popolo italiano e da quelle delle popolazioni del mondo occidentale viene convogliato a riempire le tasche di un gruppo di delinquenti-parassiti: Cancro della società attuale. E non parlo solo degli azionisti delle banche, ma, persino all’insaputa di tanti ignari azionisti delle banche, grazie alle scritture contabili false, nelle tasche extranazionali di una cricca di parassiti di alto bordo
    Prego Signora Meloni: legga gli scritti dell’Avv. Marco della Luna, dell’avv. Luigi Marra, di Marco Saba del Centro studi monetari, di Silvano Borruso, professore di storia dell’economia, attualmente abitante in Kenia, e gli scritti di Silvio Gesell economista tedesco trasferitosi in Argentina alla five del 1800: L’unico che ci ha lasciato una completa esauriente definizione di “Moneta” o di ciò che chiamiamo denaro.
    Eliseo Malorgio

    • Michele on 28 Feb 2017 at 15:38
    • Rispondi

    Non sono uomo di cultura ma uomo di lavoro , codesta premessa di suo è già una dichiarazione di guerra verso i “bocconiani” (monti fornero e c) i quali attraverso formule cartacee decidono e cambiano le cose senza averle mai neppure provate viste analizzate su campo .
    Eppure i famosi conti della serva o conti dell’oste di saggezza probialità popolare la dicono lunga, in borsa oppure nelle analisi economiche di cui anche il sig Padoan si riempie la bocca (non dimenticando mai come i predecessori di riempirsi anche le mani dalle nostre tasche ) , queste analisi magari di fronte ad un 2 + 2, possono trarre un risultaro diverso da quello che ci hanno insegnato , ma nella vita 2+2 fa 4 sempre comunqe ed a prescindere dai bocconiani se fa 5 è perchè a quel 4 uno vien preso dalla nostra tasca ma cosi son capaci tutti.
    Basta ciance si lavora 43 anni POI A CASA!!!!!! se lavori di più apri una partita iva e diventi un privato. ma senza andare a consulenza nella ditta a scapito di un posto di lavoro .
    regole semplici
    43 anni di lavoro per i dipendenti poi pensione con il massimo
    40 per i lavori usuranti.
    poi a casa non esiste che la signora fornero insegni sino a 80 anni
    con 55 anni di lavoro , se si annoia azzi suoi c’e’ da fare una rotazione altrimenti il gioco si inceppa !!!

    • Michele on 28 Feb 2017 at 15:58
    • Rispondi

    p.s.
    mi scuso per gli errori di cui sopra e dei prossimi

    aggiungo solo una cosa
    e mi faccio carico delle eventuali conseguenze , signora fornero signor monti sig Padoan il democristiano Renzi e quella persona come Prodi che ha fatto piu danni lui di tutte le cazzate di Berlusconi , sono degli incompetenti .
    la tecnologia toglie posti di lavoro , le modifiche fatte negli anni alle leggi sul lavoro anno fossilizzato il sistema se io devo lavorare sino a 70 anni ,a parte morire in cantiere o in ditta , non ho altro modo di dare uno spazio ai giovani , la vita si allunga ..si, ma andate a vedere come …. mia nonna ha vissuto sino a 99 anni ma se gli facevano un prelievo del sangue potevano re-iniettarlo in qualunque malato che guariva certamente , praticamente i farmaci la tenevano in vita , la pillola per la pressione , quella per il diabete , quella per i reumatismi quella per la respirazione e le terapie per le articolazioni e qui e la ….

    43 anni di lavoro, non, lavoro sino a 70 anni io ho cominciato a 16 anni a 70 farei 54 anni di lavoro .
    ma essendo il massimo 43 il resto è gratis…
    basta fornero basta pensionati che fanno partita iva e poi vengono richiamati come consulenti dalle aziende .
    sei in pensione hai lavorato 43 anni?? basta .. vai a casa o apri una partita iva una azienda con obbligo di assunzione .
    non si può vivere per lavorare .

Rispondi