Dic 16

Sulla manovra ultimo colpo di coda dei nemici dell’Italia, vendere a stati stranieri palazzi di pregio

Colpo di coda del governo dei nemici dell’Italia. Gentiloni prepara un emendamento alla manovra, in arrivo in Commissione Bilancio della Camera, che prevede la possibilità da parte dei ministeri di vendere a STATI STRANIERI il patrimonio del demanio italiano, compresi quelli della difesa e DEI BENI CULTURALI.

In pratica, se domani un governo avesse bisogno di soldi potrebbe vendere interi palazzi di pregio, nella migliore delle ipotesi, ai francesi o ai tedeschi. Immobili di pregio che appartengono all’Italia da secoli verrebbero venduti al miglior offerente come in un bazar. Come se non bastassero le centinaia di aziende italiane passate in questi anni in mano straniera, nel silenzio generale e con la complicità delle istituzioni. È l’ultima dimostrazione di governi sedicenti Italiani che fanno in realtà solo gli interessi delle nazioni straniere, loro mandanti. FAREMO LE BARRICATE CONTRO QUESTO SCEMPIO, MA AIUTATECI A MANDARE A CASA QUESTI TRADITORI ALLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE.

Condividi

1 comment

    • Franco Cordiale on 17 Dicembre 2017 at 10:28
    • Rispondi

    Il “partito democratico”, oltre al solito tasso di affarismo e corruzione clientelare, tipico dei partiti italiani, aggiunge un totale distacco e menefreghismo verso il concetto stesso di interesse nazionale, quindi beni appartenenti all’ITALIA e al POPOLO ITALIANO. Apolidi e mondialisti, dietro lo scudo della bandiera arcobaleno e dello pseudo-francescanesimo cattolico odierno, svendono ciò che gli riesce, dopo decenni di incuria nei quali si sono perfino “dimenticati” di far pagare gli affitti ad innumeri ambasciate straniere, ad esempio africane ed asiatiche, accreditando l’italica fama di essere noialtri la solita…barca dei coglioni. E’ questa la “carità” vera che il mondo si aspetta dall’Italia: una torma di mentecatti e di imbecilli, i quali lasciano impunemente spogliare ed INVADERE da chiunque il loro stesso paese. Alleluja !

Rispondi