Feb 25

Italia umiliata da Erdogan, perchè Gentiloni non convoca ambasciatore turco?

Perché il governo Gentiloni non ha ancora convocato l’ambasciatore turco? Italia umiliata dal sultano turco Erdogan. La nave dell’ENI Saipem costretta dalla Marina Militare turca a lasciare il largo di Cipro, con una azione in violazione di ogni norma internazionale. L’inutile governo Gentiloni non è riuscito nemmeno a far sentire la sua voce in sede europea o in sede NATO. Situazione inaccettabile. Chiedo al Governo perché l’ambasciatore turco non sia stato ancora convocato e non sia stata ancora decisa alcuna risposta diplomatica alla Turchia.

Condividi

8 comments

Vai al modulo dei commenti

    • antonio velotto on 25 Febbraio 2018 at 05:57
    • Rispondi

    non non siam popolo,noi siam derisi

    • Crocetti Riccardo on 25 Febbraio 2018 at 10:50
    • Rispondi

    La Turchia in Europa? La sola idea mi riempie di un enorme senso di rifiuto e di disgusto.
    Se ADESSO che la Turchia non è nell’Unione europea , un pirla turco come MERDOGAN si permette di usare toni così strafottenti con l’Italia ( e con altri paesi europei) , figuriamoci che cosa succederebbe se il suddetto sultano ( o meglio, insultano) fosse un altro magnaccia a tutti gli effetti delle istituzioni di Bruxelles!

    • gianni on 25 Febbraio 2018 at 11:11
    • Rispondi

    Una violenza inaccettabile da parte del Governo turco e intanto il governo italiano tace

    • Franco Cordiale on 25 Febbraio 2018 at 15:28
    • Rispondi

    Voi ci credete nella reincarnazione? Lo domando perché la foto mostra un Gentiloni tutto ossequioso e servizievole al sultano Erdogan…giusto come dovevano essere un tempo gli eunuchi alla corte di Istanbul…

  1. Ho pensato la stessa cosa che scrive Giorgia Meloni. Un abuso e un affronto a cui il governo italiano doveva rispondere chiedendone conto. A questo Erdogan l’UE, e quindi sono anche soldi nostri, da milioni di euro perché si tenga i poveri profughi siriani (male e in campi orribili), altrimenti li dirotterebbe tutti verso ovest in un esodo insostenibile per l’Unione. E’ un ricattatore ed un prepotente che mantiene in piedi la pena di morte anche per i reati di opinione!

      • antonio velotto on 26 Febbraio 2018 at 09:08
      • Rispondi

      loro pensano so aguadagnare con i clandestini,SVEGLIAMOCI

    • Federico (milano) on 26 Febbraio 2018 at 12:55
    • Rispondi

    Ad un atto di pirateria internazionale messo in atto dal Sultano a cui l’italico governo aveva pochi giorni prima steso un tappeto rosso,abbiamo risposto “fuggendo con la coda in mezzo alle gambe”.Una nave di ricerche petrolifera italiana ha dovuto far marcia indietro.Parigi tempo indietro aveva inviato la marina militare.Noi la usiamo solo per traghettare falsi profughi.
    In politica estera siamo il nulla,il vuoto cosmico,i calabraghe per eccellenza.
    Che figura che abbiamo fatto!

      • Adolfo Sandri Poli on 26 Febbraio 2018 at 21:19
      • Rispondi

      Atteggiamento di rinuncia alla dignità nazionale che segue quello di accettazione di norme sul salvataggio in mare esclusivamente a discapito dell’Italia senza nessuna reazione.

Rispondi