fbpx

Giu 21

Morbo diffuso in Europa è vomitevole ipocrisia Macron

Se c’è un morbo che si è diffuso in Europa non è la ‘la lebbra del populismo’ ma la vomitevole ipocrisia di Macron, che affama l’Africa con politiche neocoloniali ma poi predica l’accoglienza indiscriminata tenendo le sue frontiere ben chiuse.

Condividi

11 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Franco on 21 Giu 2018 at 22:45
    • Rispondi

    E’ un poveretto che per diventare qualcuno si è unito ad una donna molto più anziana di lui…….. per dirla in breve si è venduto……….. e allora cosa pretendiamo?

    • Crocetti Riccardo on 21 Giu 2018 at 23:00
    • Rispondi

    In francese protettore di prostitute si dice “maquéreau” e si pronuncia “macro’ “, come macron. Sì insomma lasciando perdere la grafia e basandosi solo sulla pronuncia ci siamo! Macron è un solo un’arrogante “macro” e nient’altro!

  1. “Stia al balcone ed osservi”, gentile signora Meloni, ne vedrà dellle belle!
    Sono un credente,ma, S, Madre Chiesa suol dire: .
    Non vedo molta differenza tra un Micron, pardon, volevo dire un Macron. ed un ” Five star’s” Il grande Buomaparte, nato Italiano, si starà “torcendo”!!!!!!!!!!!!!!
    Ache se non avesse, anche lui, qualcosa da rimproverarsi sul colonialismo!
    Gli unici colonialiati che hanno fatto qualcosa di buono, sotto il profilo storico e morale, siamo stati noi, veri apportatori di CIVILTA’, ma, con quale risultato?
    Lo diciamo?
    Meglio di no!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Pino 007 on 22 Giu 2018 at 03:36
    • Rispondi

    Abbiamo portato nelle nostre “Perdute Colonie ” educazione, amore, crescita, integrazione, strade, edificato , ecc,ecc. e il risultato e’ stato, che ce la siamo presa nel…….! Amen.
    Mentre che i francesi gli inglesi i belgi ed altri , hanno sfruttato ben bene le colonie e in alcuni casi affamando la popolazione con invadente autorita’. Quindi cosa dobbiamo dirci a Macron ? Purtroppo e’ un’indesiderato e prepotente vicino di casa. Lasciamo a quei pochi francesi che ancora credono in un buon vicinato, toglierselo da torno alle prossime elezioni. Nel frattempo mandategli tanti saluti da parte nostra.

    • Franco Cordiale on 22 Giu 2018 at 09:21
    • Rispondi

    Raglio d’asino non sale in cielo. Ma gli asini sono simpatici e possono fare tenerezza, quelli veri. Questo spocchioso francese, ipocrita e mentecatto, sarà isolato dalla parte sana del suo stesso popolo. Ieri Renzi a noi; ma ce ne siamo liberati…

    • emanuel on 22 Giu 2018 at 11:36
    • Rispondi

    basti sapere chi lo sponsorizza: Soros!
    è lui il vomitevole idiota, a proposito, in francese idiota come si dice?

    • Franco on 22 Giu 2018 at 12:38
    • Rispondi

    Napoleoncino è sostenuto da una cricca di giornalistucoli ridicoli italiani , ma anche tedeschi e americani, che brandiscono ancora la falce e il martello, dottoreggiano dal profondo della lono ignoranza, offendono in TV il ministro, sparano boiate economiche imitando la voce di Ollio § Stanlio; si pongono su piedistalli di materia nauseabonda: Tutto per continuare a contare e guadagnare, scrivono libri su carta igienica, fanno supplenze, conferenze a pagamento. E, cosa fantasmagorica, hanno molti supporter e ammiratori. Quando inizierà il turover alla Rai?

  2. Si chiede il “tun over alla rai, ma, sic stantibus rebus la risposta é una.

  3. Ripiglio perché, evidentemente, qualcuno ha fatto un accordo col mio computer e lui, obbediente, ha mancato la risposta; era

  4. Ripiglio ancora, camio la posizione, la risposta é:MAI!

    • Ivano Gedda on 22 Giu 2018 at 21:34
    • Rispondi

    È il solito verbo mondialista sparso dal grembiulino potente, sostenuto dai suoi sodali presenti in massa nei posti che contano. Macron è l’avanguardia del fuoco di sbarramento contro il populismo in Europa e negli USA, ma è in difficoltà, e si vede da queste sue dichiarazioni scomposte.

Rispondi