Escluse chiese da beneficiari oneri urbanizzazione. M5s si conferma nuovo partito comunista

Ecco l’ultima geniale proposta dei grillini: fuori le chiese dalla lista dei beneficiari degli oneri di urbanizzazione per il rilascio del permesso di costruire, ma invece i centri sociali, cari a Fico, rimangono. È un emendamento alla Manovra firmato M5S, che conferma ancora una volta di non essere altro che il nuovo partito comunista italiano.

Condividi

3 commenti

    • Franco Cordiale il 17 Novembre 2018 alle 02:36

    Resta tuttavia un’altra questione: la chiesa deve pagare a sua volta l’ICI sugli immobili, come tutti i cittadini proprietari, oppure no ?

    • Pino 007 il 17 Novembre 2018 alle 05:01

    Giusta questione. Se la chiesa fosse povera, come essa dice, si potrebbe pure soprassedere a tale ICI. Ma siccome la chiesa cattolica e’ una delle istituzioni piu’ ricche al mondo, allora senza dubbio deve pagare l’ICI per gli immobili di sua proprieta’, anzi guarderei anche ad una certo numero di anni passati dove sicuramente non sono state pagate. Un retroattivo che potrebbe sanare il deficit nazionale.

    • Gianni Brespa il 17 Novembre 2018 alle 12:00

    Napoleone ebbe la fantastica idea di espropriare molti beni religiosi e provocò più che altro ingenti danni (a vantaggio del Louvre). Non tutti i cittadini proprietari pagano l’IMU/ICI; dopo che l’Europa ha semidistrutto l’agricoltura con la globalizzazione, togliendo i dazi, trasferendo certe colture in Francia e Germania (Bietole) i cattocomunisti hanno tolto l’IMU ai coldiretti aumentando le tasse agli altri. Peccato che vi siano coldiretti o assimilabili che sono quasi latifondisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.