fbpx

Nov 24

No al global compact

Mentre il Governo ha espresso un orientamento favorevole a firmare il Global Compact, Fratelli d’Italia si schiera invece con chi difende i confini e dice NO all’immigrazione incontrollata e senza limiti. Diciamo no all’invasione: No al Global Compact.

Condividi

5 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. FRATELLI D’ITALIA, SE VI SENTITE TALI, RICORDATE CHE NEL PRIMO CONFLITTO MONDIALE “DIVERSI NOSTRI FRATELLI ITALIANI ” HANNO VERSATO IL LORO SANGUE ED IMMOLATO LA LORO VITA!
    QUESTE PAROLE DOVREBBERO ESSERE PUBBLICAMENTE DETTE A TUTTI GLI ITALIANI, DI DESTRA, DI SINISTRA E DI CENTRO, COME A QUELLI DEL NORD, COME A QUELLI DEL SUD
    IN CASO CONTGRARIO, LA VERGOGNA RICADA SU CHI TACE11111111111

  2. la vergogna ricade a chi ricorda un evento doloroso, ed

  3. io taccio perche non sono mai stato considerato tale dagli italiani quando sono stato cacciato dalla libya di Gheddafi

    • Franco Cordiale on 26 Nov 2018 at 08:45
    • Rispondi

    Vogliamo indicazioni precise su come, dove votare e da quando lo si potrebbe fare. Da un lato il governo celebra piu’ o meno ipocritamente l’anniversario centesimo della vittoria. Quanto ci credano o semplicemente ne sappiano i cinque stelle o i PD e’tutto da dimostrare. Dall’altro ci instupidiscono con ciarle fumose affinche’ la Massoneria ONU vanifichi ogni principio di stato sovrano e nazionale, ponendoci alla merce’di ogni Mafia IMMIGRAZIONISTA, interessata a trasformare la sventurata Italia in quel lupanare o bordello di cui gia’ si lamentava Dante sette secoli or sono. Difendiamo lo stato e la Nazione da ogni manovra di invasione! Fateci Votare!

    • Renato on 7 Dic 2018 at 07:43
    • Rispondi

    Il Global Compact è un perfido, controverso, iniquo e subdolo documento elaborato da tecnocrati apolidi non eletti (ONU) che si prefigge di dettare ed imporre linee guida universali per la gestione dei flussi migratori: in pratica LEGALIZZA la deportazione di massa (ma le deportazioni non erano cessate con Hitler?), SCIOGLIE i confini di ogni Stato, IMPONE E LEGITTIMA le scorribande delle ONG e PRIVA gli Stati – che dovessero sottoscriverlo – di ogni potestà decisionale in materia vincolandone le rispettive legislazioni. LA SOVRANITÀ, ALMENO IN ITALIA, APPARTIENE AL POPOLO!!!.
    E tutto ciò senza che via sia un carattere vincolante alla sua sottoscrizione (leggi Moavero e Mogherini): e allora perché sottoscrivere un documento che non ha carattere vincolante? È un controsenso sottoscrivere un documento, accettandone implicitamente il contenuto, per poi invocare il carattere non vincolante: ed è qui la fregatura !!!.
    Al diritto a emigrare – che diritto non è – si dovrebbe contrapporre, tutt’al più, l’inalienabile diritto a non emigrare (Papa Benedetto XVI) e, come ogni diritto, dovrebbe essere bilanciato e compensato da un dovere. E il dovere segretamente e ipocritamente sottinteso nel GLOBAL COMPACT quale sarebbe? Sarebbe quello di accettare supinamente e, quindi, subire con accondiscendenza, la migrazione. Un assurdo !!! Se tu vuoi migrare migra ma non impormi il dovere di accettare !!!
    Bisognerebbe opporsi con vigore – magari interpellando non il parlamento ma direttamente il popolo – all’imposizione di questo piano Kalergi e bisognerebbe ritornare ad ascoltare persone sagge … come Platone – che nell’VIII Cap. della Repubblica così parlava: “Quando il cittadino accetta che, di dovunque venga, chiunque gli capiti in casa, possa acquistarvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e ci è nato; quando i capi tollerano tutto questo per guadagnare voti e consensi in nome di una libertà che divora e corrompe ogni regola ed ordine; … Allora la gente si separa da coloro cui fa la colpa di averla condotta a tale disastro e si prepara a rinnegarla prima coi sarcasmi, poi con la violenza che della dittatura è pronuba e levatrice. Così la democrazia muore: per abuso di se stessa.”

Rispondi