Lavoro pastori sacro, serve stato che difenda lavoratori da globalizzazione

 
L’imposizione dei prezzi da parte della grande distribuzione e dell’industria di trasformazione è inaccettabile: il lavoro dei pastori è sacro e i prodotti nazionali vanno tutelati. La vicenda dei pastori sardi ci dice una volta di più che abbiamo bisogno di uno Stato che tuteli i lavoratori dalla globalizzazione e dalla speculazione e non di uno Stato capace solo di tassare e burocratizzare. Noi siamo dalla parte di chi produce, sempre.
Condividi

1 commento

    • Pino 007 il 11 Febbraio 2019 alle 04:58

    Giustissimo, i nostri prodotti vanno tutelati e valorizzati nella loro giusta misura e non lasciati alla merce’ d’interessi spesso speculativi, ne tanto meno lasciati alle decisione dei magnaccia di Bruxelles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.