Su congresso Verona M5s diffonde fake news

Il Movimento 5 Stelle diffonde fake news sul congresso di Verona sostenendo che sia contro la libertà delle donne. Dichiarazioni ridicole che non trovano riscontro da nessuna parte. Perché allora continuano questo attacco quotidiano? Perché sono dei buoni mondialisti e quindi vedono la famiglia come fumo negli occhi. Loro sono per la droga libera, per la propaganda gender, per i matrimoni di gruppo e tra specie diverse: praticamente una comitiva di punkabbestia. Solo che stanno al Governo.

Condividi

3 comments

  1. é um falso partito alle prox elezioni avrà finito di campare !!

    • Gino Cerutti on 19 Marzo 2019 at 22:41
    • Reply

    I cinque stelle non hanno cultura, ne’ identita’ alcuna. Giustizialisti, pauperisti incazzati, piccolo borghesi ringhiosi, odiatori patologici di Berlusconi, mezzo terzomondisti nella ripetizione degli slogan imparati a scuola e sinistrorsi nel loro vacuo ed emozionale rapporto con tutto cio’ che sappia di regole, tradizioni, istituzioni, memoria storica, concetti stranieri a questa specie di adolescenti cronici e forse inguaribili. Cosa significa parlare di famiglia, per costoro? Ricorderanno solo gli scappellotti presi e la maglia di lana da indossare, perche’ così voleva la nonna.

    • Franco Cordiale on 20 Marzo 2019 at 10:51
    • Reply

    Ai cinque stelle senza cultura, bisogna opporre un concetto sano, insieme razionale e tradizionale di societa’ fondata su valori classici: la famiglia dove uno e’ uomo e l’altro donna… La scuola dove esiste chi deve insegnare bene e con metodo, essendo selezionato per questo e chi deve apprendere in vista di tangibili risultati, in base alle capacita’ e ai meriti acquisiti…la legge che protegge non chi delinque e commette i reati, bensi’ chi li subisce e tutela chi deve reprimerli in forza della legge stessa… . Lo Stato che deve proteggere il territorio governato dalle intrusioni ed invasioni pilotate da fuori, garantendo la difesa dei cittadini. E garantire regole eque di sviluppo economico, contro le distorsioni burocratiche, la oppressione fiscale, gli sprechi e i mancati utilizzi del pubblico denaro. Contro le mafie, cancro sociale ed economico, siano nate in Calabria, in Puglia, in Cina o in Nigeria. Italia agli italiani: una richiesta giusta e logica, davanti a cui arricciano il naso solo i terzomondisti buffoni e da strapazzo, con i conti bancari nei paradisi fiscali e gli attici a New York.

Rispondi