Terrore bus, mi aspetto condanna da sacerdoti politicamente corretto (video)

Un cittadino italiano di origine senegalese alla guida di uno scuolabus decide di dirottarlo e di dargli fuoco. A bordo ci sono 51 bambini, 12 finiscono intossicati. Questo signore giustifica il suo atto come gesto di solidarietà con i “fratelli migranti”. È il grande circuito del politicamente corretto e di quelli che ci hanno spiegato che, per sostenere l’accoglienza degli immigrati, si poteva fare qualunque cosa: non rispettare le leggi e le regole e probabilmente dare fuoco anche ad uno scuolabus. Mi chiedo se i grandi sacerdoti del politicamente corretto abbiano da dire qualcosa o se vogliono giustificare anche un gesto di questo tipo. Mi aspetto le dichiarazioni di condanna di tutti quelli che ci hanno spiegato che, in nome dell’accoglienza, si poteva fare di tutto. Le aspetto con grande attenzione perché davvero siamo arrivati fuori e oltre il consentito.

Condividi

5 commenti

Skip to comment form

    • maria angela gobbi on 20 Marzo 2019 at 20:34
    • Reply

    Proviamo a lasciar da parte la nazionalita del delinquente:come è stato possibile assumere, per QUEL lavoro,QUEL pregiudicato?Sostengo da un pezzo che la soluzione per il bene d’Italia sarebbe né più né meno il ripristino della Legalità per tutti.Scontrino fiscale,no ambulanti abusivi;guida senza assicurazione,carcere/ ecc ecc ecc:per TUTTI.non si parlerebbe di razzismo

    • Pino 007 on 21 Marzo 2019 at 02:27
    • Reply

    Siamo arrivati allo schifo più profondo. Rinnego tanto la religione cattolica quanto l’incapacita’ del governo a maggioranza comunista. Colpevolizzo personaggi come: Renzi, Boldrini, Saviano, Gentiloni, Prodi e il clero cattolico in generale compreso il loro capo che hanno fatto e ridotto questo Paese nella patumiera del Mondo attuale. Auguro loro, se un Dio esiste, che sprofondino nel fondo dell’inferno.E ora aprite pure tutti i porti e lasciate che questo Paese finisca di esistere in mano all’invasione più indiscriminata grazie a voi inqualificabili governanti.

    • Gino Cerutti on 21 Marzo 2019 at 09:36
    • Reply

    Togliamo la maschera di buonismo sorridente ed ipocrita, volto all’immigrazionismo programmatico e alla distruzione di ogni nostra identita’ culturale e religiosa, in nome di un finto socialismo globalista e di un falso ecumenismo cristiano, ai seguenti: Sala, sindaco piddiota di Milano, PAROLIN, capo CEI e portavoce dell’ immigrazionista e globalista Jorge Bergoglio, Piersanti Mattarella, presidente repubblica, ONG colluse con gli scafisti e i mafiosi, redazioni cattoliche, da Famiglia Cristiana ad Avvenire, radio capital e connesse cialtronerie anti Salvini ed anti italiani… Scuola italiana, dove si plagiano le nuove generazioni per farne apolidi senza identita’, neanche quella sessuale.

    • Antonio Passaro on 21 Marzo 2019 at 16:22
    • Reply

    Un’altra prova che questa gente non si integrerà MAI MAI MAI le sinistre distruggeranno l’Europa . Una cosa ancora più grave e che nessuno se ne accorge è l’invasione cinese . La Cina sta invadendo il mondo silenziosamente.Vedi l’Africa al 60 per cento è cinese .e l’Europa è su una buona via . Poveri i nostri figli

    • Franco Cordiale on 23 Marzo 2019 at 10:57
    • Reply

    Salvare la nazione, oggi, significa semplicemente continuare ad esistere come lingua, cultura. Come tradizione, come pensiero libero, come scuola dove si insegnano ancora nonostante tutto, letteratura, arte, filosofia… Ma ONU massonica e finanza globalista hanno stabilito sopra le nostre teste, che queste sono inutili anticaglie:dunque meticciamento totale, sia biologico, sia mentale e psichico. Ad una razza di apolidi neo schiavi, avere un cervello e esserne padroni, non sara’ consentito. Sveglia, ragazzi, prima che sia troppo tardi !

Rispondi