Svelato documento segreto commissione UE per rendere obbligatorio global compact

Ecco svelato il documento segreto della Commissione Ue che spiega la strategia da adottare per rendere obbligatorio il Global Compact for Migration per tutti gli Stati a prescindere dalla loro volontà. Una gravissima ingerenza dei burocrati europei sulla sovranità degli Stati nazionali che rende carta straccia la democrazia in Europa. Grazie a Fratelli d’Italia il Parlamento italiano ha votato contro il Global Compact, così come hanno fatto tanti altri Stati europei, ma gli euroburocrati non si rassegnano e tramano per favorire l’immigrazione di massa in Europa. Siamo alla follia: alle elezioni europee del 26 maggio manderemo a casa questi signori per proteggere i nostri confini e la nostra identità e la nostra sovranità.

E’ quanto dichiara su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, postando il link del sito di informazione “La Voce del Patriota” che svela in anteprima i contenuti del documento segreto della Commissione Ue.

Versione Inglese documento. Scaricatelo da qui

Leggi l’esclusiva della voce del patriota

Condividi

3 commenti

    • Ewa Wojcikowska on 28 Marzo 2019 at 09:57
    • Reply

    raccolta differenziata e in discarica !

    • Gino Cerutti on 28 Marzo 2019 at 10:26
    • Reply

    L’ONU tradisce totalmente il suo mandato, quello della conferenza di San Francisco del 1945 con cui era stata istituita: prevenire i futuri conflitti, salvaguardando le identità e le nazionalità dei popoli, i principi richiamati vanamente dal presidente USA Wilson alla Società delle Nazioni dopo la prima guerra mondiale (i noti 14 punti di Wilson), col risultato della nuova guerra mondiale del 1939. Questa ONU è serva ottusa di un “nuovo ordine mondiale” basato sulla mescolanza di popoli ed etnie a fine di sfruttamento neocapitalistico: il vero obiettivo della GLOBALIZZAZIONE. Questa ONU sogna mescolanza e distruzione di ogni identita’, sperando in un universale METICCIAMENTO, affinché si perda ogni ricordo di passato e tradizione. Si cancelli fin nel DNA ogni memoria storica! Noi italiani (anzi, post italiani), dovremmo regredire al pre-risorgimento, all’Italia di cui Metternich diceva essere “una pura espressione geografica”. E tutto questo con la benedizione di Jorge Bergoglio, dei suoi Parolin, Galantino, Ravasi e Famiglia Cristiana, persuasi (ma lo credono davvero?) che per questa via trionferebbe l’ecumenismo evangelico, in un afflato di fratellanza che legherebbe amorevolmente il ragioniere di Piacenza al pastore di Medina, la pensionata di Caronno Pertusella all’emiro di Jedda, il metallurgico di Cuorgné al clandestino di Ouagadugu. La cartolaia di Latina al taxista di Shangai. Un tantino inverosimile, viste le divisioni ad ogni livello che oggi esplodono su ogni banda ! La chiesa stessa appare divisa su tutto: e pretenderebbe, proprio essa, di ridurre l’orba intera con sette miliardi di persone ad un felice girotondo arcobaleno ? Mi pare proprio una favoletta per BAMBINI DEFICIENTI. Buona forse per essere creduta…dal sindaco di Milano, con il suo bel faccino da prima comunione.

    • Ewa Wojcikowska on 28 Marzo 2019 at 11:14
    • Reply

    ma nooo … ma nooo … i bambini che credono nelle favole non ci sono più. Usano internet, i tablet, i cellulare e sanno più di noi. Molti non fanno più nemmeno la comunione. E quindi non avendo più il pubblico, forse sarebbe il caso di smettere e di rinunciare agli enti inutili che si riducono solo a prendere gli stipendi fissi trattando gli altri da fessi.

Rispondi