Italia avrebbe dovuto muoversi prima e meglio

Sulla Libia temo che l’Italia sia rimasta un po’ indietro e che abbia consentito alla Francia le sue scorribande, a dispetto della comunità internazionale. Credo che l’Italia avrebbe dovuto muoversi molto prima e molto meglio.

 

Condividi

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Gino Cerutti il 15 Aprile 2019 alle 20:17

    Haftar è un BURATTINO di MACRON, almeno quanto FAZIO è un LACCHE’ del medesimo: Il primo pregusta il petrolio libico, alla faccia degli interessi italiani e degli accordi internazionali e della condanna da parte dell’ONU, che parla di un vero COLPO di STATO contro il governo di Tripoli. Fazio è un servo dell’avversario francese, servo che purtroppo dobbiamo MANTENERE sontuosamente con le nostre tasche di cittadini italiani !
    A questo punto della storia sento una vocina sciocca, ebete, risibile: la ministra GRILLINA della difesa (una tempra tale di statista che manco mi ricordo come acciderba si chiama…!) ha sentenziato che se dalla Libia in guerra dovessero muoversi i “PROFUGHI” (termine tra virgolette, visto l’infame traffico di clandestini che le mafie africane manovrano da sempre, usando il vocabolo “profugo” come paravento) eh, allora i porti italiani dovrebbero APRIRSI, finalmente ! Quanti “profughi”, al giorno ? Diecimila, come ai “bei tempi” di Renzi e Gentiloni ? Mi aspetto che FRATELLI di ITALIA replichi qualcosa a codesta “ministra” che dimostra di conoscere la geopolitica, almeno quanto il suo “partito” conosce la Storia e l’Economia. E di fottersene altamente dell’Italia e del popolo italiano. Ma che questi dilettanti cialtroni del CINQUESTALLE andassero a zappare! Non se ne può davvero più !

    • Pino 007 il 16 Aprile 2019 alle 07:35

    Lamentarsi, sempre lamentarsi, ma quando ci furono le elezioni per eleggere il sindaco di Roma, chi sono stati gli imbecilli che la votarono???? Come mai che ancora sta’ li inchiodata a quella poltrona????? Smettetela di lamentarvi e cacciatela.

    • Pino 007 il 16 Aprile 2019 alle 07:38

    I cinque stelle non andranno mai a zappare la terra perche’ per loro la terra e’ troppo bassa quindi fatica. La fatica non e’ pane per i denti dei comunisti, strillano sempre ” PANE E LAVORO” ma vogliono solo il pane.

    • Raffaele il 20 Aprile 2019 alle 11:01

    ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.