Italia avrebbe dovuto muoversi prima e meglio

Sulla Libia temo che l’Italia sia rimasta un po’ indietro e che abbia consentito alla Francia le sue scorribande, a dispetto della comunità internazionale. Credo che l’Italia avrebbe dovuto muoversi molto prima e molto meglio.

 

Condividi

4 comments

Skip to comment form

    • Gino Cerutti on 15 Aprile 2019 at 20:17
    • Reply

    Haftar è un BURATTINO di MACRON, almeno quanto FAZIO è un LACCHE’ del medesimo: Il primo pregusta il petrolio libico, alla faccia degli interessi italiani e degli accordi internazionali e della condanna da parte dell’ONU, che parla di un vero COLPO di STATO contro il governo di Tripoli. Fazio è un servo dell’avversario francese, servo che purtroppo dobbiamo MANTENERE sontuosamente con le nostre tasche di cittadini italiani !
    A questo punto della storia sento una vocina sciocca, ebete, risibile: la ministra GRILLINA della difesa (una tempra tale di statista che manco mi ricordo come acciderba si chiama…!) ha sentenziato che se dalla Libia in guerra dovessero muoversi i “PROFUGHI” (termine tra virgolette, visto l’infame traffico di clandestini che le mafie africane manovrano da sempre, usando il vocabolo “profugo” come paravento) eh, allora i porti italiani dovrebbero APRIRSI, finalmente ! Quanti “profughi”, al giorno ? Diecimila, come ai “bei tempi” di Renzi e Gentiloni ? Mi aspetto che FRATELLI di ITALIA replichi qualcosa a codesta “ministra” che dimostra di conoscere la geopolitica, almeno quanto il suo “partito” conosce la Storia e l’Economia. E di fottersene altamente dell’Italia e del popolo italiano. Ma che questi dilettanti cialtroni del CINQUESTALLE andassero a zappare! Non se ne può davvero più !

    • Pino 007 on 16 Aprile 2019 at 07:35
    • Reply

    Lamentarsi, sempre lamentarsi, ma quando ci furono le elezioni per eleggere il sindaco di Roma, chi sono stati gli imbecilli che la votarono???? Come mai che ancora sta’ li inchiodata a quella poltrona????? Smettetela di lamentarvi e cacciatela.

    • Pino 007 on 16 Aprile 2019 at 07:38
    • Reply

    I cinque stelle non andranno mai a zappare la terra perche’ per loro la terra e’ troppo bassa quindi fatica. La fatica non e’ pane per i denti dei comunisti, strillano sempre ” PANE E LAVORO” ma vogliono solo il pane.

    • Raffaele on 20 Aprile 2019 at 11:01
    • Reply

    ❤️

Rispondi