Da Trenta analfabetismo giuridico su rifugiati, ministro si occupi di verificare se è tutto pronto per blocco navale

Si riaccende la guerra civile in Libia e il ministro della Difesa Trenta cerca subito il pretesto per far ripartire l’ondata di clandestini in Italia. La sua affermazione di oggi, secondo la quale ‘se scoppia la guerra i migranti diventano rifugiati e vanno accolti’, è analfabetismo giuridico: i rifugiati sarebbero al limite solo i libici, e non certo chi proviene dal resto dell’Africa. Niente scherzi, il ministro della Difesa, invece di parlare come un attivista di una Ong, si occupi di verificare se la nostra Marina militare ha tutto pronto per mettere in atto un blocco navale per impedire l’invasione di clandestini e il rischio di infiltrazioni terroristiche.

Condividi

4 comments

Skip to comment form

    • giovanni PEIS on 16 Aprile 2019 at 18:49
    • Reply

    L’esercito nazionale libico con Haftar al comando è tutto ciò che è rimasto ai libici per difendere la loro indipendenza e sovranità dopo la criminale azione dei Natisti nel 2011. La Francia partì per prima, non voleva rimanere indietro. Haftar in quei giorni era colluso con Sarkozy, egli è un uomo ambiguo, amico/nemico del grande Gheddafi e della Libia. Ma in questo momento ha fatto la cosa necessaria: portare l’esercito nazionale alle porte di Tripoli, per far intendere che il popolo libico non si farà comandare da un governo fantoccio deciso dalla NATO nell’interesse dei poteri finanziari dell’occidente. Sarraj è un prestanome, supino alle decisioni del neocolonialismo.
    L’Italia deve stare con Haftar, non con la NATO.

    • Gino Cerutti on 16 Aprile 2019 at 20:21
    • Reply

    La… “ministra” grullina Trenta (scusate, volevo scrivere grillina), e’ soltanto una scolaretta del “politicamente corretto”. Alle scuole che ha frequentato, le insegnarono che “non bisogna essere razzisti, fascisti, xenofobi” e allora la poverina conclude: ma allora, dobbiamo accoglierli tutti quanti! Livello psichico da agit prop adolescente raccogli firme, la “ministra” poverina ignora la tratta trentennale dei clandestini, profughi libici immaginari, ma concretissimi schiavi dell’infame business mafioso. Gli scafisti si stanno fregando le mani. Il male peggiore non lo fanno i malvagi. Non lo fanno i signori della guerra prezzolati da Macron, come Haftar. No. Lo fanno gli stupidi. Appunto.

    • Pino 007 on 17 Aprile 2019 at 01:38
    • Reply

    Ho appena commentato in altra, ….ma con quasi l’ottanta per cento di italiani di idee comuniste come pensate di sanare o prevenire quanto suggerito dalla Giorgia? Ci sara’ sempre una boldrini o una bonino o un gentiloni che grideranno…. ” Salvate l’Africa e i loro terroristi ” Anche il papa e’ pronto a convertirsi all’islam, pertanto cosa pensate di fare? Fatecelo sapere.

    • Raffaele on 20 Aprile 2019 at 09:58
    • Reply

    ❤️

Rispondi