Apr 25

Giorgia Meloni ad «Avvenire»: «Roma va trattata da Capitale d’Italia»

Intervista di Angelo Picariello

«Fratelli d’Italia è pronta a votare il “Salva-Roma”», annuncia Giorgia Meloni. E avverte Matteo Salvini: «Prima di parlare della prossima corsa a sindaco, chi vuole essere alleato con noi è bene che abbia le idee chiare su Roma Capitale. Se Salvini ha cambiato idea dovrebbe dirlo». Il riferimento della presidente di FdI è alla sua candidatura a sindaco, che ebbe il sostegno di Salvini.

Che tipo di accordo ci fu, fra voi? «Nel mio programma al primo punto c’erano proprio i poteri di Roma Capitale, Salvini dovrebbe ricordarlo. Una Capitale non è una città come le altre: è la foto sul documento di identità di una nazione. Tutte le nazioni europee hanno speso fior di miliardi sulle Capitali: sul progetto della Gran Paris la Francia ha investito 44 miliardi di euro»

Il passaggio a Roma Capitale fu il frutto di un accordo fra Lega e An nella legge sul federalismo. «Ma naturalmente essendo un compromesso ci fu il titolo “Roma Capitale”, che non è stato mai riempito di contenuti. Ora, non capisco perché un patto sottoscritto dalla Lega di Bossi debba essere dimenticato da una Lega che è diventata un partito nazionale. Non vorrei che vogliano far pagare ai cittadini i dissidi nella maggioranza. I Comuni in dissesto sono un altro tema importante, ma da trattare a parte»

Salvini potrebbe ribattere che neanche si può pensare che il governo debba rimediare ai disservizi della giunta Raggi. «Io, da consigliere comunale, ho proposto all’Assemblea capitolina un ordine del giorno votato da tutti, dal M5s all’unico consigliere della Lega. Poi ho presentato la stessa mozione in Parlamento e mi è stata bocciata da M5s e Lega. Assurdo. Incomprensibile la Lega, ma anche il M5s, che ha rifiutato di assumere nuove responsabilità che la Regione voleva affidarle, in quanto, evidentemente, non pensava di avere la capacità per gestirle. Tuttavia, al di là del sindaco che la governa, bisogna affrontare lo status di Roma Capitale, con i poteri e le risorse che comporta. Un problema enorme: stiamo parlando del secondo Comune d’Europa, e del secondo Comune agricolo, che ospita 27 organizzazioni interazionali, la più grande università d’Europa, il Vaticano… Ogni giorno nel raccordo entra un milione in più delle persone che vi abitano, per non dire dei turisti»

Che però pagano la tassa di soggiorno… «Ma è assurdo che Roma non gestisca la bigliettazione del Colosseo, o non abbia almeno parte dei proventi dai Beni Culturali. O che la ferrovia Roma-Lido sia gestita dalla Regione»

Con il “Salva Roma” che cosa potrà cambiare? «Non è chiaro che cosa c’è scritto, ma pare si tratti essenzialmente di spostare la gestione del debito dal governo a Roma Capitale, per poter rinegoziare gli assetti con le banche. Una norma a costo zero, di fronte a una situazione che vede i romani pagare la più alta addizionale d’Italia. Come si fa, mi chiedo, a non votarla?»

Condividi

6 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Federico Puglia on 25 Aprile 2019 at 11:11
    • Rispondi

    E’ corretto che Roma vada trattata da Capitale d’Italia ma, a partire sia dalla Sua Classe Dirigente, Sindaco/a e Giunta, e Presidenti capaci e non solo di intascare tangenti, nelle Società che prestano i Servizi per i suoi Abitanti. E’ difficile fare comprendere sia ad un Abitante delle Periferie della stessa Città, dei Paesi ancora senza una abitazione decente dove vi è stato il terremoto o altri disastri “naturali”, ai Paesini di tutta la Nazione, che in particolare in Montagna tendono a spopolarsi e a dovere svendere le proprie abitazioni ad 1€, anche solo un centesimo per una Città che fino ad oggi ha sempre scelto le Persone più incapaci come Loro primi cittadini, sfrutta il bisogno di tanti corregionali o ragazzi/lavoratori da ogni Territorio, negli affitti per le Università e anche solo una stanza per un lavoro. In sintesi, prima dei soldi, va cambiato il Sindaco, eleggendo una Persona che abbia le capacità e la moralità come Giorgia Meloni, altrimenti troveresti tanti, troppi Connazionali scontenti, in un Paese mai così in povertà!

    • Raffaele on 25 Aprile 2019 at 15:02
    • Rispondi

    ❤️

  1. Luigiman. Cara Giorgina ti seguo da anni e mi piace sempre di piú il tuo modo di ragionare e fare política, ma non condivido questo Salva Roma… Devono salvarsi loro come comune, come le regioni se hanno problemi di bilancio devono arrangiarsi… Se non si fa una rivoluzione política con il cámbiamento di tante leggi siamo sempre nella stessa barca chiamata TITANIC

    • emanuel on 26 Aprile 2019 at 14:53
    • Rispondi

    Fratelli d’Italia sul progetto di nuova moschea:
    Il consigliere FdI Marco Ferrara: “Da amministratore pubblico sono personalmente favorevole alla libertà di ogni tipo di religione”.
    Ma Forza Nuova Frosinone lo stoppa. Marco Tuccillo:
    “È assurdo che in consiglio comunale vengano portate proposte di questo tipo.
    È risaputo che le moschee spesso diventino centri strategici del radicalismo islamico.
    Ancora più triste il fatto che ad avallare tali proposte siano esponenti di un partito politico che ama definirsi patriottico”.
    “I cittadini di Frosinone – conclude Tucillo – non saranno soli nella battaglia contro la moschea, ci sarà Forza Nuova ad affiancarli, pronti alle barricate laddove i traditori della nazione dovessero rendersi complici di questo scempio”.
    lo sapevi Giorgia? con chi ti sei messa?

    • antonella lucente on 27 Aprile 2019 at 21:39
    • Rispondi

    A ragione Giorgia Meloni solo agli emigranti danno a noi italiani no quando questi rubano e altro e anno più di noi e come i profughi che ce ne sono in tutta Italia prendono 30 € al giorno ricariche telefoniche biciclette nuove cellulari nuovi ma questi soldi chi ce li da da tasca nostra dalle nostre trattenute e poi rubano o uccidono e ce d avere paura che stanno a casa sua che e meglio

    • Raffaele on 7 Maggio 2019 at 07:23
    • Rispondi

    Buongiorno ❤️Amori miei! Vi ❤️Amo❤️ Tanto

Rispondi