Blocco navale unico modo per impedire ai barconi di partire

Se ci limitiamo a chiudere i porti, noi non risolviamo il problema dell’immigrazione clandestina. Gli immigrati continuano a sbarcare perché qualunque barchetta degli scafisti che parte e qualunque Ong, nave europea o della Marina Militare che la raccoglie, alla fine viene portata in Italia. Fratelli d’Italia continua a dire da mesi la stessa cosa: l’unico modo per impedire ai barconi di partire è fare un blocco navale, in accordo con i governi libici e in accordo con l’Europa.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Attilio il 10 Maggio 2019 alle 18:50

    Condivido occorre essere più incisivi anche al ns interno.

    • Sandro Cecconi il 10 Maggio 2019 alle 20:13

    Condivido nuovamente. E’ l’unica via praticabile. Giorgia, andiamo avanti solo con le nostre idee. Degli altri non ce ne deve importare nulla poiché sono una totale nullità in tutto.

    • lino martinelli il 11 Maggio 2019 alle 09:11

    sembra la soluzione più ovvia e intelligente ma ovviamente qualcuno la sta pensando in un altro modo, viva l’italia e viva il governo(ironico)

    • Gino Cerutti il 11 Maggio 2019 alle 10:05

    Umanitario, solidale, caritatevole, cristiano non e’ chi invoca l’accoglienza dei clandestini, tipo questo Bergoglio. Fingendo di non sapere i rischi spaventosi del viaggio, messi in calcolo da scafisti, trafficanti, sfruttatori. Che usano i naufragi e gli annegamenti di massa come mezzo di pressione e di ricatto!! No. I veri umanitari non fanno partire o si battono affinche’ non partano, questi viaggi infami verso lo sfruttamento e non di rado verso la morte atroce in mare. Non far partire i barconi. Scoraggiare il turpe mercato della carne straniera, e poi anche di quella italiana. Riservare i canali umanitari ai veri profughi. Avviandoli con loro, distinti da chi profugo non e’. E’ questa la logica giusta ed umanitaria. Ma in alto, vedi ONU e Vaticano, giocano sporco. Il PD gioca sporco. I cinque stalle giocano alla ambiguita’, sperando di racimolare da sinistra qualche voto a spese della Lega. Privi come sono di qualunque senso della sovranita’ nazionale, che vogliono distruggere dall’alto i poteri forti del mondialismo finanziario e anti nazionale.

    • Gino Cerutti il 14 Maggio 2019 alle 20:44

    La LINEA DEL PIAVE di oggi, è la difesa della nostra SOVRANITA’. Servirebbe un vero CAPO di STATO, anziché questi ominicchi asserviti e patetici. Ripetono solo a pappagallo l’europeismo di maniera. Saprebbero fare altro ?

    • Pino 007 il 21 Maggio 2019 alle 03:00

    Se ci andasse Lei in Libia, On. Meloni, ha parlare con loro, sicuramente otterrebbe il risultato voluto, ma se lasciamo che i nostri patetici interlocutori di governo chiedano al governo libico di non farli partire, allora stiamo freschi, non succedera’ nulla. Quindi quale altra soluzione? Chi si puo’ mettere contro il budellone incartapecorito di soros che elargira’ quattrini al PD, alla boldrini, alla bonino, alle ong, al vaticano?

    • Pino 007 il 21 Maggio 2019 alle 03:07

    …. dimenticavo, inoltre il soros foraggia e tiene banco anche nella “UE”, ormai costui e’ determinato a convertire l’Europa nella casa madre dell’islam, ma in fondo cosa gliene viene in tasca se non il profondo odio che ha verso le istituzioni. Arrivera’ anche il giorno per lui, ma credo che neanche il diavolo in persona lo vuole laggiu’. Possiamo chiedere a Francesco se lo volesse con lui.

Rispondi