UE, con provvedimenti come reddito di cittadinanza Governo ha perso credibilità

Penso che il Governo abbia perso credibilità facendo debito per provvedimenti assistenzialistici come il reddito di cittadinanza. Per reimpostare al meglio la trattativa con l’Ue quelle misure vanno cancellate e il maggior debito deve essere destinato a investimenti virtuosi come infrastrutture materiali e digitali, rischio sismico e idrogeologico, ecc. Detto questo però la Commissione Juncker è ormai scaduta e ancora si permette di rimbrottare l’Italia dopo che da anni tace sugli sforamenti degli altri, dalla Germania alla Francia passando per l’Olanda.

L’Europa deve fare meno cose e farle meglio. Dobbiamo lasciare in capo a Bruxelles alcune grandi materie come la politica estera e di difesa, la protezione dei confini esterni, il contrasto al terrorismo e riportare agli Stati sovrani tutte le competenze più vicine ai cittadini. Il gruppo dei Conservatori, all’interno del quale Fratelli d’Italia rappresenta la seconda delegazione per grandezza e che non a caso ha scelto proprio Napoli e dunque l’Italia quale sede del primo meeting ufficiale dopo le elezioni europee, si batterà per questo. Rispetto alla grande ammucchiata dai Popolari ai Verdi che si va prefigurando l’ECR sarà decisivo per difendere gli interessi di chi fa impresa e crea lavoro, che troppo spesso ha pagato il peso di una insopportabile burocrazia europea”, spiega il presidente di Fratelli d’Italia.

Condividi

4 comments

Skip to comment form

  1. Ben detto Giorgia, Magari una parte delle mancate uscite per il Reddito di cittadinanza potrebbe essere devoluto a ridurre gli importi esosi delle multe e sanzioni varie. Milioni di italiani sarebbero grati, perché le multe stradali, lungi dall’essere di prevenzione, sono di mera repressione, solo per far cassa: sotto tasse sotto diverso -e ipocrita. nome.

    • MARIA GRAZIA BIELLi on 15 Giugno 2019 at 17:19
    • Reply

    Cara ragazza mia, credo proprio che se non ti batterai come una leonessa, l’UE non restituirà agli stati la propria sovranità nazionale. Come pensavamo, il compito dell’UE dovrebbe essere confederale, limitato a ciò che hai citato tu nell’articolo, lasciano gli stati liberi di gestire le proprie economie a seconda delle proprie necessità! I bocca al lupo per questo gravoso lavoro!!!

    • emanuel on 15 Giugno 2019 at 19:49
    • Reply

    PURTROPPO, QUALCUNO HA PERSO CREDIBILITà ANCHE PER AVERE CONTINUATO A DARE MILIONI A RADIO RADICALE… PAZIENZA, NE TERRò CONTO. MI SCOCCIA SAPERE CHE IL MIO 2 X MILLE VERRà UTILIZZATO ANCHE MAGARI PER UNA RADIO DI CUI NON NE SENTO ASSOLUTAMENTE LA MANCANZA (E MI TOCCA PAGARLA PURE?…) è PEGGIO DEL CANONE RAI, PUR NON VEDENDO Più LA TV. PRENDETENE ATTO. AL PROSSIMO GIRO ELETTORALE, CI PENSO BENE A CHI VOTARE.

    • Pino 007 on 16 Giugno 2019 at 08:55
    • Reply

    Capisco l’astio, ma non e’ cambiando voto che si risolvono i problemi. Non si puo’ fare come quando si capano i fagioli o la lenticchia….. questa si questa no questa non mi piace e via discorrendo.Ragionando, lottando, comprendendo e parlandone che si possono chiarire i dubbi, ma non perdiamo altro tempo, l’Italia non ce la fa piu’.

Rispondi