Carabiniere travolto e ucciso, giustizia per Emanuele Anzini e pena esemplare per l’assassino

Travolto e trascinato per 50 metri da un conducente ubriaco che non si è fermato al posto di blocco: le mie condoglianze alla famiglia del carabiniere ucciso a Bergamo mentre faceva il proprio dovere per la sicurezza di tutti noi. Giustizia per Emanuele Anzini, pena esemplare per l’assassino!

Condividi

4 comments

Skip to comment form

    • Pino 007 on 18 Giugno 2019 at 03:08
    • Reply

    L’articolo non dice se il criminale e’ stato poi preso…….. sarebbe bello sapere che misure sono state prese per il criminale e chi e’.

  1. Questo è davvero un omicidio intenzionale. Tolleranza zero.

    • Floriano Scattolo on 18 Giugno 2019 at 10:37
    • Reply

    Buon giorno Giorgia non servono pene esemplari,omicidio volontario si
    mette in carcere senza nessuna possibilità di sconti,indulti o condoni.
    si getta la chiave ed esce quando ritorna in vita la vittima.
    questo era ubriaco 5 volte il tasso alcolemico consentito,gli avevano gia ritirata la patente per lo stesso motivo.gli antichi dicevano:errare humanum est perseverare diabolicum

    • Franco Cordiale on 18 Giugno 2019 at 18:25
    • Reply

    Il crimine si alimenta di IMPUNITA’. Arresti domiciliari, scarcerazioni, amnistie ed indulti, ricordate Mastella ? Ingressi clandestini ed irregolari, con pratica impossibilità di espulsione, anche dopo omicidi, aggressioni con pestaggio e stupro delle vittime. Si applicano garanzie di ogni tipo anche a criminali recidivi, abituali, seriali (ci vogliono 45 furti e borseggi, per varcare, vedi zingare rom, le porte del carcere !); le stesse garanze che sarebbero ragionevoli soltanto per chi commette lievi reati per la prima volta ! Ovvio che i crimini si moltiplichino…Serve un MURO DI LEGALITA’. Solo chi difende lo Stato come Nazione è credibile nel proporlo e nel costruirlo, a difesa di noi cittadini.

Rispondi