Napoli; Tabaccaio morto, mentre ennesima aggressione si trasforma in tragedia, De Magistris continua a chiedere più accoglienza per gli immigrati

Morto dopo un mese di agonia il tabaccaio aggredito da un nigeriano davanti la sua attività. E mentre l’ennesima aggressione ai danni di un cittadino napoletano si trasforma in tragedia, De Magistris continua a chiedere più accoglienza per gli immigrati…

Condividi

6 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pietro Formisano il 4 Luglio 2019 alle 14:46

    Ma vi re3ndete conto che facciamo solo dei bla, bla, bla,Che commenti dobbiamo fare? Eccoli: Altri bla, bla, bla! Contenti?

    • giacomo il 4 Luglio 2019 alle 15:51

    il partito PD è un associazione a delinquere volta a far fallire lo Stato: di questo sono certo

    • Gino Cerutti il 4 Luglio 2019 alle 17:06

    IL SINDACO DE MAGISTRIS ESEMPLIFICA PERFETTAMENTE un proverbio napoletano: CHIAGNE E FOTTI ! Da un lato compiange le sorti di questo cittadino e lavoratore innocente, stroncato con un pugno da bestione energumeno da parte di una… ehem…risorsa africana. Un uomo UCCISO, e una famiglia ROVINATA. Dettagli. Ma dall’altro é il primo a volere ed invocare SEMPRE PIU’ ACCOGLIENZA VERSO LA IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, in polemica perpetua contro il ministro dell’interno, il “fassista” Salvini.
    Avanzo due ipotesi: o é incapace di correlare le CAUSE CON GLI EFFETTI, ma allora il ruolo di sindaco non gli compete (potrebbe fare il posteggiatore, magari abusivo, come ce ne sono tanti nella città che amministra). Oppure AGISCE IN MALA FEDE. Peggio ancora: un primo cittadino che non si cura di tutelare la stessa gente di Napoli, verso la quale assume arie da MASANIELLO CAPOPOPOLO, é in verità nemico e traditore di essa ! Napoletani, pensate di votarlo ancora ?

    • Bruno il 5 Luglio 2019 alle 02:54

    Il caro De Magistris avesse dove metterli e/o come dare loro da mangiare, ben vengano le “nuove risorse”. Ma dato che non esistono segnali diversi, allora sicuramente “le nuove risorse” si auto-educheranno al sistema dell’arrangiarsi, si vede che lui sindaco, pensa che dove si mangia in 10 si può mangiare anche in 11. bella teoria, ma non attuabile però per chi non ha nulla da perdere, come gli immigrati, che li puoi chiamare come vuoi, ma sarà sempre lo stesso significato. Se non si ha nulla da perdere, vinceranno sempre tutte le cause contro le persone oneste. I magistrati non avendo cosa colpire, rilasciano i “divenuti” delinquenti a piede libero di fare altri reati, fino al “morto”, povero chi ci capita, perché in quel caso nessuno ti risarcirà un bel niente e neanche una pensione ti sarà data, perché ti ammazzano il marito o un familiare stretto. Tutti si lamentano, ma quando si va alle urne perché si votano sempre le persone sbagliate? forse perché si candidano in un partito e poi militano nel partito opposto, e me la chiamano “Democrazia”….. ma è del Kaiser. Una Repubblica Presidenziale, sarebbe peggio?

    • Gino Cerutti il 5 Luglio 2019 alle 09:25

    Consiglio pratico. NAPOLETANI, SBUGIARDATE UN SINDACO CHE VI TRADISCE E VI POSPONE A QUALSIASI SOGGETTO GIUNTO DA CHISSADOVE A FARSI MANTENERE A SPESE VOSTRE. PURTROPPO A VOLTE, A PREZZO DELLA VOSTRA STESSA SICUREZZA E DELLA STESSA VOSTRA VITA E QUELLA DEI VOSTRI FAMILIARI. VOLTATE LE SPALLE A CHI NON E’ DEGNO DELLA VOSTRA FIDUCIA, COME CODESTO “masaniello” DELLE CAUSE PERSE…

    • Pino 007 il 10 Luglio 2019 alle 14:42

    Ma non dovrebbe un primo ministro o meglio il presidente della repubblica sbatterlo fuori dal suo ruolo di sindaco? Ma come e’ fatta sta costituzione italiana, tipo pizza e fichi?

Rispondi