Sicurezza bis, FdI vota no alla fiducia ma sì al decreto (video)

Fratelli d’Italia non voterà la fiducia all’Esecutivo. Non si possono fare politiche di destra se sei al governo con gente strutturalmente di sinistra. Speriamo che questa esperienza si concluda presto e che la parola passi ai cittadini. I tempi stringono e ogni giorno che passa ci avvicina all’ipotesi di un gioco di palazzo e di un governo tecnico fatto sulla pelle dei cittadini e non nell’interesse dell’Italia. Voteremo invece il decreto sicurezza bis perché quando si tratta della sicurezza dei cittadini e della difesa dei nostri confini i voti di Fratelli d’Italia non sono mai mancati, nemmeno in questa legislatura.

Sul tema della sicurezza con Salvini condividiamo la visione di fondo ma se in pochi mesi ci troviamo al varo di un dl sicurezza “bis” è perché il primo decreto non è stato sufficiente: il continuo compromesso al ribasso del governo ha disperso tante buone idee e il decreto è stato annacquato e reso incapace di dare risposte. Penso a quando Fratelli d’Italia portò in Parlamento la proposta di intervenire con fermezza nei riguardi delle Ong che violavano i nostri confini. Avevamo chiesto l’arresto dell’equipaggio, la confisca e la distruzione della nave. Emendamenti che sono stati bocciati: se fossero stati approvati il caso Rackete non sarebbe mai potuto accadere. Proposte che tuttavia oggi ritroviamo nel decreto sicurezza bis.

Questo dimostra che le proposte di FdI sono le più sensate di quest’Aula: è una buona notizia anche se c’è voluto tempo. Speriamo che tra qualche mese approveremo anche il blocco navale che per noi è l’unica soluzione per fermare le morti in mare, impedire le partenze e combattere gli scafisti. La cattiva notizia però è che mancano altri provvedimenti, come i centri sorvegliati decisi dal Consiglio europeo, che l’Europa ci chiede e che esistono anche nella civilissima Germania e mancano i rimpatri. Le risorse sono insufficienti perché non è un tema che l’Italia può affrontare da sola: i soldi li deve mettere l’Unione Europea. Cose che, temo, richiederanno un decreto sicurezza ter o quater o un altro governo capace finalmente di fare gli interessi degli italiani e che non sia più ostaggio della sinistra Pd o M5S.

Condividi

6 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • giacomo il 25 Luglio 2019 alle 09:27

    cara Giorgia, cara europa, se come iscritto europeo devo stare al gioco di certe regole preferisco dichiararmi cittadino del mondo, visto che gli extra comunitari con la scusa di seere “Nati da Poco” viene loro concesso di fare come gli pare, cosa vale essere Italiano dal momento che i libici mi hanno cacciato via e noi non siamo capaci di cacciare via quei quattro libici dall’ITALIA……….povera ITALIA !!!!!!!

    • giacomo il 25 Luglio 2019 alle 11:37

    ragazzi scusate se sono di fede cattolica, vorrei dire a tutti voi che oggi si festeggi san giacomo Apostolo di Cristo nel voler fare gli auguri ad i numerosi giacomo, rimango in dolce attesa che qualcuno me li faccia a me gli auguri……

      • Pino 007 il 26 Luglio 2019 alle 09:24

      Volentieri, gli auguri non si negano a nessuno ne tanto meno lo faro’ io che non sono cattolico ma semplicemente cristiano protestante.

    • Pietro Formisano il 25 Luglio 2019 alle 18:10

    Sig. Giacomo, auguri vivissimi, lei porta un nome di un gran Santo, Mi perdoni, ma, da storico, sono tanto credente da dichiararmi Cristiano, dal molmento che i Cattolici, in suo nome hanno buriciato vivi esseri umani, figli del Dio Unico!
    Uno per tutti: Roma, Piazza dei Fiori!

    • Franco Cordiale il 28 Luglio 2019 alle 20:05

    San Giacomo é stato storicamente un esempio di quelle “radici cristiane di Europa” assai care a Karol Wojtila. Insieme a San Benedetto da Norcia, patrono di Europa, a San Francesco d’Assisi, patrono di Italia, a San Domenico di Guzman, a San Tommaso d’Aquino, gigante della teologia cristiana. Potrei seguitare a lungo: Santa Teresa, Sant’ Ignazio… Il contesto medievale e poi rinascimentale era quello di una intolleranza e di una violenza generalizzata: NESSUNO si preoccupava, allora, di darsi GIUSTIFICAZIONI PACIFISTE, assolutamente estranee alla cultura di lunghissimi secoli ! La chiesa stessa, per bocca di papa INNOCENZO III giustificava il massacro degli “infedeli”, specialmente gli eretici. Quando i crociati contro i Catari invasero la città nemica di Beziers (ventimila trucidati), l’ordine era questo: “Uccideteli tutti: Dio riconoscerà i suoi !” Lo stesso Giacomo venne conosciuto col nome di “mata moros” (ammazza mussulmani”) che occupavano allora la Spagna.
    Detto ciò, rimangono illustri memorie dei santi europei. Nel torbido quadro di oppressioni sanguinose (allora gli ottocento martiri di Otranto, massacrati dai saraceni ? L’atroce supplizio di Bragadin veneziano ad opera dei turchi invasori di Famagosta ?) emersero vette di spiritualità e di cultura, sia nel mondo arabo, sia nel nostro. I benedettini ricostruirono a più riprese la loro casa madre di Cassino, distrutta dai BARBARI vecchi e nuovi: buon ultimi i B 17 degli americani bombardatori. In Galizia si innalza ancora il celebre santuario del santo…ammazzamori, che assai probabilmente non uccise nessuno (ma allora era…un dovere di fede!), ma da sempre attrae milioni di pellegrini, alla ricerca del cuore cristiano di una VERA EUROPA, quella non egemonizzata dalla grande lobbies della finanza ! Allora dico anch’io viva San Giacomo e auguri a chi porta oggi il suo grande nome ! Auguri anche a Lei, signore !

    • Franco Cordiale il 28 Luglio 2019 alle 20:16

    Se avessimo una minima consapevolezza delle nostre radici, essenza di una IDENTITA’ degna di tal nome, non ci presteremmo a fare i PULCINELLA DEL MEDITERRANEO e sicuramente appoggeremmo, tradotto in soldoni, le proposte che tutelano la nostra sovranità ed i nostri confini. La storia non significa spolverare vecchi libri, ma trarre modelli ed esempi per il presente. Certo, l’Europa di De Gasperi e di Schumann, Adenauer e Luigi Einaudi non era la consorteria di affaristi che ci sta letteralmente svilendo a “terra di nessuno”; grazie ai pasticcioni voltagabbana fermi a cronica immaturità e ai traditori consapevoli. Ora traducete coi nomi dei rispettivi partiti.

Rispondi