Carabiniere ucciso, a chi monta il balordo drogato è il carnefice e il carabiniere la vittima

A tutti quelli che ora si affannano a montare il caso del delinquente bendato in caserma vogliamo ricordare che la vittima è un carabiniere barbaramente ammazzato a 35 anni, il carnefice un balordo drogato americano. Punto.

Condividi

12 commenti

Skip to comment form

    • Corrado Pasetti on 29 Luglio 2019 at 13:33
    • Reply

    Cara Giorgia
    Siamo alle solite , i radical chic che vogliono far diventare vittima il carnefice, Colgono tutte le occasioni per attaccarre le Forze dell’Ordine . Siamo in un paese dove si permette a dei celebro lesi di offendere la memoria del Generale Dalla Chiesa , di scendere in piazza e gridare uno cento mille Nassirya , di dedicare aule del Senato a facinoriosi che volevano uccidere un Carabiniere.
    Riprendo un pensiero che già espressi tempo or sono , Noi (militari) usiamo parole come onore, fedeltà, sacrificio , le usiamo come spina dorsale di una vita spesa per difendere qualcosa, per questi buonisti non siamo altro che barzellette,, io non ho ne il tempo ne la voglia di spiegare a questa gentaglia tutto quello che fanno le Forze dell’Ordine e Armate, , questa é gente che passa il tempo a dormire sotto la coperta di quella libertà che le Forze dell’ordine gli forniscono e poi contestano il modo con la quale gli viene fornita. , preferirei che dicessero vi ringrraziamo e andassero per la loro strada a fumarsi le loro canne. Altrimenti gli suggerisco di prendere il fucile e mettersi di sentinella su quel muro di protezione che noi gli forniamo. Per concludere in merito ai media americani che starnazzano gli ricordo che Guantanamo e Abu Ghraib le hanno inventate loro e se un deliquente psicopatico italiano avesse comesso il medesimo delitto a casa loro avrebbero sparato a vista , d’altronde Sacco e Vanzetti sono farina made in USA.

    • Giampiero Tromboni on 29 Luglio 2019 at 14:11
    • Reply

    Sono troppo triste per la morte del giovane Carabiniere per fare un commento. Prego per la sua metà della mela che possa superare questo tragico momento. Spero che quei due paghino adeguatamente per il loro crimine.

    • Riccardo Crocetti on 29 Luglio 2019 at 17:29
    • Reply

    Premesso che hanno fatto una cavolata coloro che hanno bendato e fotografato il delinquente americano perchè hanno regalato un sacco di punti a favore della peste giornalistica , sempre pronta a sputare sulle istituzioni democratiche, a me, del delinquente bendato, non frega una mazza! Viva i carabinieri e tutte le forze di sicurezza!

    • Pietro Formisano on 29 Luglio 2019 at 18:57
    • Reply

    Fatto salvo il rispetto per la vita umana, ma qu’ si parla solo di anikmali della peggiore specie, apriamo un tombino della Cloaca Massima, ed affidiamoil ad una “giustizia INAPPELLABILE!”
    VI SEMBRO TROPPO CATTIVO?
    mON FAREI MALE A NESSUN ANIMALE, MA QUESTI………..

    • Pietro Formisano on 29 Luglio 2019 at 19:02
    • Reply

    RIPRENDO:
    MA SE VENISSERO ESTRADATI IN AMERICA; SAREBBERO IMPUTATI DELLO STESSO DELITTO COMPIUTO IN ITALIA?
    SE LA RISPOSTA E’ SI; CHE VADANO AD INGRASSARE I LORO VERMI; ALMENO RISPARMIEREMO LA SPESA DEL VITTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Luigi Lanza on 29 Luglio 2019 at 21:44
    • Reply

    Giorgia meloni in un intervento in un programma della rai lei ha dichiarato che questi ragazzi che rischiano la vita tutti i giorni guadagnano poco effettivamente e così ma il rischio non cambia il mio pensiero è ; con tanto rispetto per il carabiniere ucciso non sarebbe sensato circolare sempre e dico sempre con le protezioni adeguate che hanno in dotazione ad esempio il giubbotto anti proiettile secondo me efficace contro un coltello?

    • Gino Cerutti on 30 Luglio 2019 at 09:51
    • Reply

    L’errore di bendare l’imputato e…PER BEN 5 MINUTI, QUALE INDICIBILE TORTURA !… é stato soprattutto una sciocchezza che forse potrebbe fornire appigli alla difesa dei due balordi USA, venuti in Italia come si andrebbe ad un parco-giochi per TEPPISTI, quali essi erano, prima di diventare degli ASSASSINI. Se si potesse esprimere una critica, sarebbe questa : il rischio di una nuova vicenda alla AMANDA KNOX, altra balorda venuta qui da noi a fare i suoi comodi. Ma no ! “La Repubblica” e stampa affine scopre “il delitto di tortura” a carico dei Carabinieri, secondo il solito schema FAZIOSO e TENDENZIOSO. Bisognava…”rimediare” ai troppi elogi ricevuti dall’Arma, a causa del valore e sacrificio di un suo rappresentante ! Un colpo al cerchio…e uno alla botte. Chiaro ?

    • Franco Cordiale on 30 Luglio 2019 at 09:54
    • Reply

    Vorrei sapere anche chi sia quel “genio” che ha scattato la foto. Cosa si proponeva di ottenere ? E’ contento adesso del bel risultato conseguito ?

    • Franco Cordiale on 30 Luglio 2019 at 12:46
    • Reply

    IMPEDIRE ASSOLUTAMENTE UN NUOVO CASO AMANDA KNOX ! 1) SAREBBE OLTRAGGIO OSCENO ED INSOPPORTABILE ALLA VITTIMA. 2) E UNA ULTERIORE DIMOSTRAZIONE DI SERVAGGIO AGLI USA,SICURAMENTE NON SGRADITO ALLA CRICCA DEM E NEOLIBERAL, SIA DI QUA CHE DI LA’ DELL’OCEANO. 3) SAREBBE L’ENNESIMA CONFERMA CHE L’ITALIA E’ LA PATTUMIERA DOVE OGNI MAIALE AMBOSESSI VIENE A FARE I SUOI PORCI COMODI. DALL’AMERICA, DAL SUDAMERICA, DALL’AFRICA, ASIA E DAI QUATTRO ANGOLI DELL’EUROPA E DEL MONDO. BASTA !!

    • Pino 007 on 31 Luglio 2019 at 02:55
    • Reply

    A tutto questo, cosa dice la Casa Bianca ? Nessuna parola da parte di Trump ? Se tutto cadra’ solo nelle mani della stampa, sara’ la fine. Si daranno la mano tra i facinorosi comunisti di repubblica e la stampa USA, tutti i problemi italiani, dalle ong alla mafia nigeriana, dai battibecchi pentascassi ai problemi della Lega, cadranno nel dimenticatoio. L’opinione pubblica (quella ROSSA) avra’ pane per i propri denti finti per biascicare le piu’ strane stronzate che solo loro riescono a mettere insieme e ….. addio futuro.

    • Franco Cordiale on 31 Luglio 2019 at 09:31
    • Reply

    Alla luce delle indagini, si ritorna sempre al punto di partenza. QUALI REGOLE DI INGAGGIO HANNO RICEVUTO LE FORZE DELL’ORDINE, se una volta caduto sotto i colpi di baionetta o coltello militare il povero vice brigadiere, il collega, ILLESO ED ARMATO, non ha ritenuto di fare fuoco, non per “vendicarsi” (come sosterrebbe qualche IMBECILLE), MA SEMPLICEMENTE PER BLOCCARE L’ASSASSINO ? A questo punto Polizia e Carabinieri dovrebbero essere sostituiti da BOY SCOUT, intenti a “dialogare” con i delinquenti ! “Guardi che cosa ha fatto, signore ! La aspettiamo in caserma per interrogarla !” DOMANDA. MA FUNZIONA COSI’ ANCHE NEGLI ALTRI PAESI? Negli USA la polizia spara e spara per prima…e per molto, molto meno !

    • Enrico on 1 Agosto 2019 at 23:37
    • Reply

    Leggendo i vari commenti emerge che questo fatto di bendare l’incriminato come una leggerezza e di li ne è venuto fuori un caso eclatante di presunte torture a carico del colpevole di turno. A me pare che siate tutti ingenui, QUELLA FOTO E’ COSTRUITA AD OK!!! La sinistra è da sempre una maestra di queste bufale per fare notizia e rendere buono ciò che è cattivo, ovviamente per perversione naturale in modo di condizionare l’opinione pubblica che la loro politica è la piu’ giusta. A questo punto perchè noi non pretendiamo che tutti i GIORNALI NON RIPORTINO LA FOTO DEL CARABINIERE MARTORIATO DALLE COLTELLATE? In modo che la gente possa segliere quella piu’ commovente? (per dirla in modo leggero).

Rispondi