Governo, situazione surreale, no a patti del nazareno allargati a M5s

La situazione politica è surreale. C’è una maggioranza naturale già formata, quella tra FdI e Lega, potenzialmente coesa, potenzialmente vincente e invece sento tanti rumors, tanta voglia di fare giochi di palazzo. Vedo questi abboccamenti tra Pd e Cinquestelle. Sento che c’è un’ipotesi di maggioranza. Il Pd chiede di far votare prima la sfiducia a Salvini e poi quella a Conte. Altra cosa surreale. Come l’idea che circola di un governo Conte con ministri non politici. Spero che sia fantapolitica, ma in passato ne abbiamo viste di tutte. Sarebbe una sorta di patto del Nazareno allargato al Movimento 5 Stelle. D’altra parte quando hanno eletto la Von der Leyen un accenno c’era già stato”.

Lo dice in una intervista al Quotidiano nazionale il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

“Noi di Fratelli d’Italia e la Lega siamo la base di una coalizione che è già nei fatti, perché siamo gli unici due partiti che sono usciti sempre vincenti dalle ultime elezioni. Sono stati gli elettori a dircelo – spiega Meloni – Forza Italia? Lega e Fratelli d’Italia sono autosufficienti ma non abbiamo deciso, ne parleremo anche con Matteo.
A Forza Italia chiediamo elementi di chiarezza, poi valuteremo.
Il problema è di posizionamento politico, con o senza Berlusconi, che è l’unico a funzionare sicuramente in termini di consenso ma che ha più volte preso le distanze da noi e non dalla sinistra, anche in occasioni delle ultime votazioni al parlamento Ue ha scelto una collocazione non chiara. Moderatismo non va confuso con l’inciucismo. Fratelli d’Italia è perfettamente in grado di intercettare tanta parte di elettorato di centrodestra con le sue posizioni concrete ma chiare”.

“Taglio dei parlamentari? Siamo stati gli unici che dall’opposizione hanno votato quella riforma. Ricordo che Cinquestelle mi telefonarono per ringraziarmi. Una coalizione Lega- FdI è in grado di ripresentarla subito a inizio della prossima legislatura, magari allargata ad altre riforme come l’abolizione dei senatori a vita, il presidenzialismo e se serve il monocameralismo. I grillini la sbandierano adesso per stare lì altri quattro anni e basta”, continua Meloni.

Condividi

4 comments

Skip to comment form

    • Franco Cordiale on 12 Agosto 2019 at 11:00
    • Reply

    LA SITUAZIONE DI UN PAESE ANARCOIDE COME L’ITALIA E’ BEN NOTA. “Una società senza Stato” (Sabino Cassese, magistrato della Corte Costituzionale) vede esasperati all’ennesima potenza i GIOCHI DI PALAZZO E DI POTERE. Giochi che dominano DA SEMPRE la politica italiana, in cui, alla faccia degli slogan grillini, la caccia alla poltrona e alla sua conservazione, per beneficiare i soliti amici e amici degli amici, resta sempre la priorità assoluta di una CASTA DI POLITICANTI PARASSITI. Dal parlamento giù giù, fino all’amministrazione dell’ultimo borgo sperduto. Il potere si articola in MECCANISMI che la gente non controlla né conosce, se non genericamente: però li subisce. GLI INCIUCI sono dunque una necessità fisiologica di un sistema simile. Conditi di tanto BUONISMO PSEUDO CRISTIANO, che li spruzza di acqua benedetta.
    Dentro una logica di questo tipo, un’ALLEANZA SALVINI – MELONI verrebbe subito demonizzata quale…”deriva fascista – razzista”, naturalmente accellerando le procedure di INVASIONE di “migranti” dalla Libia, manovrando le immancabili “racchette” che eseguono ordini altrui, come é vero che la crucca Carola ha confessato di aver eseguito le direttive del governo tedesco. La grancassa dei media cartacei e soprattutto televisivi NON sarebbe affatto favorevole alla nuova coalizione, specie nell’ipotesi probabile di qualche malaugurato incidente, che la MAFIA SCAFISTA ha sicuramente messo in preventivo. Metti una nuova strage tipo quella del 2013 a Lampedusa, con il papa Francesco che depreca “l’egoismo, l’indifferenza, la disumanità dei governanti” ovviamente quelli ITALIANI (ndr).
    Inoltre la scelta economica della FLAT TAX non é certo una barzelletta ! Qualora, ipotesi niente affatto escludibile, si dimostrasse CONTROPRODUCENTE, il peso cadrebbe prontamente sui due “rassisti, fassisti, avventuristi” Meloni e Salvini. Capisco: si sentono GIUSTAMENTE FORTI DI CONSENSO. Ma l’Italia é da sempre un paese ONDIVAGO, dove i più sono voltagabbana ! Nel 1945 mi pare Truman si chiedesse se gli italiani fossero ottanta milioni. Se lo spiegava così: 40 milioni di fascisti fino al 25 luglio 1943 e 40 milioni di antifascisti dopo. Questi ultimi erano rimasti nascosti fino a quel momento. In conclusione: ponderare con attenzione l’inclusione di Forza Italia nella coalizione di governo.

    • Pietro Formisano on 12 Agosto 2019 at 13:17
    • Reply

    VADE RETRO, SARANA!

    • Pietro Formisano on 12 Agosto 2019 at 13:18
    • Reply

    pARDON, VOLEVO DIRE satana!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Franco Cordiale on 12 Agosto 2019 at 18:10
    • Reply

    E…CHI SAREBBE COSTUI ?

Rispondi