Riforme, FdI ha votato taglio parlamentari ma M5s ci attacca, vogliono affossare legge?

Secondo voi, perché in vista del voto sul taglio dei parlamentari il Movimento Cinque Stelle si mette ad attaccare frontalmente, proprio su questo, l’unico partito (Fratelli d’Italia) che ha votato la proposta dall’inizio pur essendo all’opposizione? Sono cretini o cercano di affossare la legge? E se non sono cretini, perché la vogliono affossare? Forse, come spesso accade con i grillini, dicono una cosa per prendere i voti ma poi lavorano sottobanco per farne un’altra? Oppure cercano di distogliere l’attenzione dal Pd, loro alleato, che aveva sempre votato contro il taglio dei parlamentari, e ora potrebbe, alla chetichella, far mancare i numeri necessari all’approvazione? Meglio pensare che siano cretini. La vera domanda a cui dovrebbero rispondere è: se il Pd, Leu e Italia Viva fanno mancare i numeri, faranno cadere il governo?

Condividi

3 commenti

    • Riccardo Crocetti on 7 Ottobre 2019 at 13:14
    • Rispondi

    Approfitto dello spazio per scrivere di questa email di Fratelli d’Italia per commemorare la battaglia di Lepanto che, se non sbaglio, fu combattuta e VINTA dall’Italia e dalla Spagna contro i turchi il 7 ottobre 1571.
    Tale vittoria , insieme a quella che sarebbe stata conseguita un secolo dopo sotto le porte di Vienna l’11 settembre 1683, bloccò l’islamizzazione dell’Europa da parte dell’impero ottomano.
    Onore e gloria eterna agli eroi del 1571 e a quelli del 1683!

  1. gli arabi furono fermati anche da Carlo Magno, che da buon sovrano, gli concesse l’onore delle armi…….

    • Federico Puglia on 7 Ottobre 2019 at 18:00
    • Rispondi

    La cosa che maggiormente mi spaventa, considerando il consenso, seppur ridotto che gode M5s ma, al tempo stesso mi rende orgoglioso di abbracciare le tesi di FdI, sta nel fatto che la riduzione dei Parlamentari, per Grillo ed i suoi primi Referenti, non è stata pensata per diminuire i costi dello Stato (sono ridicoli, considerando il valore del Debito Pubblico) ma, bensì, per cancellare la rappresentatività dei Partito Politici. Tale pensiero non è nuovo; già nei primi anni della Repubblica esisteva il Partito dell’ “Uomo Qualunque” che già all’epoca si proponeva la stessa finalità, scordandosi e illudendosi che l’iniziativa era autonoma. Ancora maggiormente oggi, il pensare di sostituire chi la Storia e le vicende di un Paese permette di essere un’Ente Organizzato per rappresentare la Società, non è soltanto un’utopia ma, relegare la Libertà di un Popolo agli inevitabili interessi di pochi Imprenditori con enorme disponibilità economica. Sono invece orgoglioso perché se attaccano Fratelli d’Italia, significa che per loro rappresenta l’ultimo baluardo alla Democrazia, nel nome del Popolo.

Rispondi