Mafia Capitale, Roma infangata agli occhi del mondo, lotta al malaffare non ha colore politico

Colpisce molto la decisione della Cassazione di escludere l’associazione mafiosa nell’inchiesta “Mondo di mezzo”. Di questo processo, che si chiude con un esito ridimensionato rispetto all’impianto accusatorio iniziale, rimane l’immagine devastata di una intera città e dei suoi cittadini. La Capitale d’Italia è stata infangata agli occhi del mondo e sono tanti coloro che non hanno esitato a sfruttare questa inchiesta per costruire le proprie fortune politiche e professionali. La lotta al malaffare non deve aver colore politico e Fratelli d’Italia sarà in prima linea per difendere la legalità.

Condividi

6 commenti

Skip to comment form

    • Franco Cordiale on 23 Ottobre 2019 at 10:56
    • Reply

    IN FONDO, COS’E’ ROMA, SE NON UNA PERFETTA METAFORA DELL’ITALIA ? Certo, tale immagine offenderà gli abitanti di quelle aree dove le strade sono pulite ed ordinate, più o meno relativamente…dove i semafori vengono rispettati…dove scippi e rapine non colpiscono troppo di sovente i cittadini. Esistono, grazie a Dio, molti angoli della penisola ancora “vivibili”, sperando che restino tali. Ma ROMA incarna la generale linea di tendenza dell’italica gente (troppa) e delle CASTE PARASSITARIE-MAFIOSE che sui vizi nostrani hanno fatto lo sgabello del loro potere. Primo: L’INCURIA,detta anche menefreghismo. Se ciascuno pulisse davanti alla porta di casa…tutta la strada sarebbe pulita, insegna il proverbio ! E non mi riferisco solo alla “mmonnezza” ! Una società sempre più complicata, dove vige la “retorica dei diritti”, non si reggerebbe in alcun modo, saltando l’ETICA DEI DOVERI ! Ma proprio questo é il primo aspetto storicamente CARENTE. Il senso del dovere che manca ! L’attuale scuola detta “accogliente ed inclusiva” sta assestando il colpo di grazia definitivo a quanto di etico e di buono un ragazzo o una ragazza potrebbero aver ricevuto dalle rispettive famiglie. TUTTO CI E’ DOVUTO…ALTRIMENTI CE LO PIGLIAMO !
    E’ la filosofia del “ma che ‘cce frega, ma che ‘cc importa…” della nota canzone e capisco, ammirandolo, lo sforzo contro corrente della leader di Fratelli di Italia, la quale pare lottare energicamente per navigare contro corrente. Potrebbe forse farcela, se altri non necessariamente di destra capiranno che é proprio qui che si gioca la battaglia più importante onde trasformare la penisola in una NAZIONE VERA E PROPRIA, a dispetto di quanti la vogliono fare a pezzi, da dentro e da fuori.

    • Gino Cerutti on 23 Ottobre 2019 at 18:05
    • Reply

    IN RIFERIMENTO ALLA SENTENZA DI APPELLO DELLA CASSAZIONE, CHE NEGA IL CONCETTO DI MAFIA CAPITALE, cancellando il 41 bis per i “gentiluomini ” come BUZZI (sinistra) e CARMINATI (estrema destra), sono esterrefatto davanti ai giri di parole e alla vera maestrìa degna dei sofisti greci di cui, a mio modesto parere, i giudici della suprema corte hanno dato prova. Spero vivamente di sbagliarmi; davvero vorrei sbagliarmi !
    Leggendo alla voce MAFIA sull’autorevole dizionario Treccani e su altre voci enciclopediche, rilevo che per mafia intendesi una o più associazioni criminali collegate tra loro, protette dal segreto e dall’omertà, suggellati a volte a mezzo di rituali, che agiscono attraverso il crimine e gli atti violenti che ne conseguono, sulla vita economica, sull’amministrazione pubblica, sulla sicurezza e libertà dei cittadini, i quali ne subiscono gravi limitazioni e dure repressione (minacce, attentati, agguati, danneggiamenti, ferimenti, assassinii…ndr), ai fini di illeciti guadagni e di controllo economico e sociale sul territorio.
    Ma nel paese di Pulcinella, l’ARTE DELLA PAROLA,…FA MIRACOLI, dimostrandoci che se un tale mi minaccia, vuole soltanto essermi “diversamente amico”, così come uno squilibrato da manicomio é solo un “diversamente intelligente”…! Ma questa é forse la nostra PRINCIPALE TRAGEDIA…! Ma no, scusate, mi sbaglio. Il vero pericolo sono i “populisti” ! Quelli che si scandalizzano che, come previsto dalla Cassazione, si concedano PERMESSI PREMIO ANCHE AI CRIMINALI E MAFIOSI CHE NON COLLABORANO CON LA GIUSTIZIA !
    Concludo, signori magistrati. nessuno pretende che voi tutti abbiate il coraggio e la dignità di un CARLO ALBERTO DELLA CHIESA, FALCONE, BORSELLINO, LIVATINO, CASSARA’… e quanti hanno sostenuto vero martirio ad opera del crimine organizzato…Nessuno pretende tanto. Ma che vi guardiate allo specchio senza vergognarvi di voi stessi ! Ma forse chiediamo troppo !

      • Pino 007 on 24 Ottobre 2019 at 02:50
      • Reply

      Le ultime 5 righe sono SPETTACOLARI, bravo.
      P.F.

    • Pino 007 on 24 Ottobre 2019 at 03:13
    • Reply

    ROMA…… una citta’, una storia, una vita degna di millenni.
    Salvare Roma non e’ e non sara’ facile, ormai Roma e’ come un cappotto super usato quindi sdrucito, sgarrato, ecc. Ripararlo costera’ caro e non si sa neanche se il lavoro verra’ ben fatto, ormai la stoffa non regge piu’.
    Gestire e controllare Roma non e’ facile, ci vorrebbe un sindaco con la “S” maiuscola, un sindaco APARTITICO, che non dipenda da nessuna corrente politica, in poche parole un personaggio che sappia amare la sua citta’.
    Un personaggio ( naturalmente coadiuvato da un vero staff ) che prenda decisioni dure da prendere ma necessarie. I problemi sono vari:
    Popolazione, Strade, Trasporti, Scuole, Municipi, Educazione viale, Educazione personale, Ospedali, Servizi, Anziani, Rom, Criminalita’, Mafia, Migrazione, Pulizia, Igiene, Polizia e Carabinieri, Droga, e….. mille altre cose necessarie per una citta’ come Roma.
    Quindi chi e’ costui, dove si trova e come si chiama?
    Non di certo la Raggi ne similare.
    Ci vorrebbe un votato anima e corpo a Roma,. un tipo come la Meloni ( ma non di filo politico ) la politica non aiuterebbe Roma. Ci vorrebbe un tecnico che conosca e che abbia mani in pasta su tutto, voi direste …. un super eroe….??? Non necessariamente, ma da qualche parte ci sara’.. Cerchiamolo e offriamogli questo oneroso lavoro.
    Ciao.

    • Franco Cordiale on 24 Ottobre 2019 at 08:45
    • Reply

    Ho trovato l’uomo.Superman.Coadiuvato da Spiderman. Ambedue condotti da Jhave’, quello del Vecchio Testamento. Con l’ Arcangelo Michele al pronto intervento.

    • Franco Cordiale on 24 Ottobre 2019 at 11:30
    • Reply

    Purtroppo, ho anche avuto L’ENNESIMA CONFERMA DELLO SFACELO URBANO…Stamane apprendo che si viene presi a revolverate in testa, per aver osato resistere allo scippo di una borsa ! La violenza criminale a Roma, é a livelli del peggior sudamerica, degli infimi ghetti suburbani londinesi o delle lande selvagge di certa Africa dominata dai predoni tagliagole. Del resto, se il giovane ferito alla testa SI FOSSE DIFESO, MAGARI FERENDO LUI LA CANAGLIA che lo ha aggredito, come si sarebbe regolata la signora magistratura, tutta impegnata a scovare cavilli per garantire scappatoie e facilitazioni ai peggiori delinquenti, mafiosi e no ? E’ la prova che, se aspiriamo a diventare, magari tra qualche tempo (anni o decenni o più ancora…) un PAESE NORMALE, dobbiamo pretendere il DIRITTO DI RECARCI ALLE URNE: il prima possibile. Il “gran capo” impoltronato al quirinale, ne prenda finalmente atto !

Rispondi